Una notte d’arte al museo

Pubblicità

Serata all’insegna dell’arte presso il Museo Civico Rocca Flea, quella di giovedì 4 giugno, che ha visto la presentazione di due importanti eventi: le mostre personali di Roberta Pinna, con il progetto “Come in un sogno” e del maestro d’arte ceramica Paolo Porelli, con l’esposizione “Profili del tempo”. Madrina dell’evento Catia Monacelli, Direttore del Polo Museale.

Artista internazionale di origine italiana, Roberta Pinna presenta il progetto “Come in un sogno” con figure semi-realistiche e simboliche rappresentazioni del canone femminile contemporaneo. Tutto il suo processo artistico avviene come in un sogno: “dal momento in cui immagino un soggetto o prendo spunto da uno scatto”, racconta l’artista, “mi faccio catturare dall’idea di cosa accadrà. Lo sguardo rivolto verso il basso, di una tuffatrice che sta per lanciarsi dal trampolino, per me sintetizza una vita intera”.

“Profili del tempo” è invece il titolo della mostra del ceramista e scultore romano Paolo Porelli, artista di estrema sensibilità, che coniuga il linguaggio plastico proprio dell’arte ceramica alle esigenze della riflessione più strettamente attuale sulla società contemporanea creando bizzarre e anche grottesche presenze plastiche. Sculture colme di indizi, traboccanti di moniti, talvolta parlanti, che Porelli sigilla definendole: “semplicemente terracotta”.

Alla serata all’insegna dell’arte e della cultura hanno presenziato il sindaco Massimiliano Presciutti e l’assessore Roberto Morroni.

Preziosi gli interventi della storica dell’arte Caterina Calabresi, del docente all’Accademia delle Belle Arti di Verona Rolando Giovannini e della responsabile dell’ente sportivo Azzurra.
Le due iniziative sono parte del ciclo Kontemporanea e saranno visitabili presso il museo civico fino al 30 giugno dal martedì alla domenica (orari 10-13; 15-19).