Comune e Comunanza, ecco il protocollo d’intesa

Pubblicità

Stamattina sono stati presentati ed illustrati, con una conferenza stampa presso la sala consiliare del comune di Gualdo Tadino, i contenuti del protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso 20 Febbraio tra Comune di Gualdo Tadino, Comunanza Agraria e Regione Umbria. Presenti all’incontro il Sindaco Massimiliano Presciutti, l’assessore all’Ambiente Michela Mischianti, la Presidente della Comunanza Agraria Nadia Monacelli e l’Assessore alle Politiche Agricole della Regione Umbria Fernanda Cecchini.

L’appuntamento da il via ad una nuova fase tra i soggetti coinvolti. E’ stato concordato, infatti, che la Comunanza Agraria dell’Appennino Gualdese – in base ai propri compiti e scopi istituzionali, attribuiti dalla legge e dallo statuto – si impegnerà a collaborare con l’Amministrazione Comunale di Gualdo Tadino nel periodo transitorio che va dalla firma del presente accordo fino alla sentenza del Commissario agli Usi Civici di Roma sulla questione relativa alla proprietà dei beni.

E’ stato premesso che tra la Comunanza Agraria dell’Appennino Gualdese e l’Amministrazione Comunale di Gualdo Tadino resta aperto un contenzioso, sia presso il TAR Umbria nel quale è coinvolta anche la Regione dell’Umbria, sia presso il Commissariato Usi Civici per la Toscana, Umbria e Lazio per il riconoscimento della titolarità dei beni gravati da uso civico.

Secondo le linee guida del protocollo, il Comune di Gualdo Tadino e Comunanza Agraria si impegnano a :

  • Portare a compimento, ciascuno nell’ambito dei propri compiti e finalità, l’iter previsto per il “Master Plan dell’area dell’eugubino gualdese”;
  • Collaborare, ciascuna secondo le proprie competenze, per procedere all’analisi del progetto presentato da Rocchetta S.p.A.;
  • La Comunanza Agraria entro breve tempo dovrà effettuare a mezzo bando pubblico la verifica degli utenti monte interessati al pascolo e la verifica del numero dei capi di bestiame ad essi spettanti ed inviarla all’Amministrazione Comunale;
  • La Comunanza Agraria si impegna ad effettuare una ricognizione congiunta delle porzioni di bosco da tagliare secondo lo schema del Piano Gestione Forestale;
  • L’Amministrazione Comunale si impegna a comunicare e a fornire copia alla Comunanza Agraria di tutti i contratti con l’indicazione delle loro naturali scadenze i cui proventi concorrono ad alimentare le entrare del conto gestioni dell’Uso Civico;
  • Contestualmente all’introito dei proventi derivanti dai beni gravati da Uso Civico l’Amministrazione Comunale a partire dalla data di sottoscrizione del presente accordo, si impegna ad accreditare 1/8 degli introiti quale spettanza dei diritti di Uso Civico a favore della Comunanza Agraria dell’Appennino Gualdese;
  • L’Amministrazione Comunale si impegna a conservare le somme rimanenti sull’apposito capitolo di bilancio comunale fino al pronunciamento del Commissario agli Usi Civici relativamente alla titolarità dei beni.
  • Il Presente Protocollo d’intesa resta valido entro e non oltre la sentenza del Commissario agli Usi civici;
  • Il mancato rispetto degli impegni reciprocamente contratti con il protocollo determinerà automaticamente la decadenza e validità dello stesso.

“La sottoscrizione di questo protocollo – ha sottolineato il sindaco Massimiliano Presciutti – rappresenta l’avvio di una nuova fase tra la Pubblica Amministrazione ed i cittadini che si sono interessati alla questione legata agli usi civici. Abbiamo cercato di gestire al meglio questa fase transitoria, in attesa di un giudizio definitivo, siccome ci sono tante opportunità in ballo per questa città e per il territorio. Non potevamo proseguire in un rapporto fra sordi. La sottoscrizione del documento è l’inizio di un nuovo rapporto, che porterà benefici alla comunità e rappresenta da un lato un atto di responsabilità politica e amministrativa, mentre dall’altro consente alla comunità di iniziare a lavorare su fronti molto importanti”.
“Ringrazio la Regione per aver sottoscritto il protocollo – ha sottolineato la Presidente della Comunanza Agraria Nadia Monacelli – che rappresenta il riconoscimento formale della Comunanza da parte del Comune. Si apre ora una nuova fase per portare dei finanziamenti per la collettività gualdese”.  “La vicenda è stata lunga e complicata – ha concluso l’assessore Cecchini – ma alla fine siamo giunti ad un accordo tra le parti. L’auspico è che l’accordo sottoscritto duri nel tempo e si apra una fase proficua di collaborazione tra Amministrazione Comunale e Comunanza Agraria”.