Pasqua, tanti turisti nonostante il maltempo

Pubblicità

E’ stato un week end pasquale positivo per la nostra città. Oltre al normale afflusso, da tutta Italia sono arrivati circa duecento camper che hanno occupato piazza Federico II e vissuto la Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo, il ricco percorso museale, le bellezze naturali e le attività artigianali. Tutto questo malgrado il maltempo che ha afflitto il centro Italia fino alla giornata di ieri. Il raduno era nato dalla collaborazione tra l’associazione “Camper Club le Sorgenti” di Nocera Umbra, ed il comune di Gualdo Tadino, che ha messo a disposizione le aree di parcheggio e le guide turistiche.

Per la nostra città si è trattato di un appuntamento importante – ha dichiarato l’assessore al turismo Giorgio Locchi –  L’Amministrazione Comunale intende ringraziare il “Camper Club le Sorgenti” per aver organizzato in modo impeccabile il raduno pasquale dei camperisti. L’auspicio è che questi turisti possano tornare a visitarci anche in altri periodi dell’anno. Abbiamo invitato i camperisti a tornare a settembre in occasione dei Giochi de le Porte. Inoltre vogliamo riproporre annualmente a Gualdo Tadino questo genere di raduni per far si che la nostra città possa diventare punto di riferimento per tutti i camperisti italiani e non solo”.

Soddisfazione anche da parte del Polo Museale gualdese. Centinaia infatti i visitatori che hanno scelto di vedere il Museo Civico Rocca Flea, il neonato Museo Opificio Rubboli, la Chiesa Monumentale di San Francesco, dove venerdì e sabato è stato esposto il simulacro del Cristo morto a cura della Confraternita dei Raccomandati ed il Museo dell’Emigrazione “Pietro Conti”. I turisti hanno espresso giudizi estremamente favorevoli per le collezioni ben conservate, il valore storico-artistico dei monumenti e il significato antropologico e sociale raccontato da questi luoghi pregni di memoria. Nella maggior parte dei casi si è trattato di camperisti o di ospiti degli alberghi ed agriturismi locali del comprensorio, provenienti per lo più dal centro e nord Italia, dalla Lombardia, dal Lazio, dal Veneto, dalla Toscana, dall’Abruzzo, ma anche da città più vicine dell’Umbria e delle Marche, che si sono trattenuti in media due, tre giorni.

Alcuni visitatori – precisa Daniela Menichini, coordinatrice dei tour e delle attività didattiche – sono venuti a conoscenza delle nostre strutture grazie al lavoro di intensa divulgazione dell’itinerario museale, che ha come slogan ‘Un solo biglietto tutti i musei’, mentre altri, soprattutto nei casi di turismo familiare, grazie alle attività didattiche fruite dai loro ragazzi in questi anni con le gite d’istruzione, che sono servite da efficace spunto e rimando per invogliarli a conoscere il nostro territorio, accompagnati dai loro figli”.

Articolo precedenteBenvenuti
Articolo successivoLa Processione di Gualdo Tadino in 60 scatti
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.