Differenziata oltre il 60%. Rifiuti ingombranti, un problema

Pubblicità

Arrivano dall’assessorato all’Ambiente i dati della raccolta differenziata relativa ai primi due trimestri del 2015 che confermano l’andamento positivo già evidenziato nel 2014. La raccolta differenziata, infatti, ha superato la quota del 60%, che fa ben sperare nel raggiungimento a breve del 65%, confermando il trend di calo della componente RSU e di aumento delle frazioni differenziate.

“Questi dati confermano un andamento sempre più “ecologico” dei cittadini, che risultano essere più accorti nella differenziazione dei rifiuti sia quantitativamente che qualitativamente – sottolinea l’assessore Michela Mischianti – in particolare in alcune zone del territorio. Ora insieme al potenziamento della raccolta differenziata a tutte le frazioni e ad una campagna di sensibilizzazione, vogliamo rafforzare tale tendenza positiva. L’Amministrazione Comunale insieme ad Esa sta facendo tutto il possibile, per quanto di sua competenza, al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati e senza pesare nelle tasche dei cittadini”.

Permane, invece, il problema dell’abbandono dei rifiuti ingombranti nel territorio nonostante il potenziamento di alcuni servizi come l’orario di apertura dell’isola ecologica ed il ritiro domiciliare. Per ovviare a tale fenomeno, in attesa  anche della realizzazione di un nuovo centro di raccolta più funzionale saranno aumentati i controlli nel territorio e verranno applicate sanzioni per chi non rispetterà le regole.