Dal “consorzio” tra comuni all’auditorium: tutti i progetti della giunta Presciutti

Messaggio di Presciutti ai sindaci umbri del Pd

Gualdo Tadino- “Prima facciamo le cose e poi le comunichiamo”. Si è presentato così ai giornalisti questa mattina il sindaco Massimiliano Presciutti che in conferenza stampa ha illustrato tutta una serie di progetti che vedranno protagonista la città di Gualdo Tadino da qui ai prossimi mesi. Nel mezzo, purtroppo, la conferma della chiusura della scuola media dell’Istituto Bambin Gesù con i ragazzi della seconda e terza già suddivisi nelle rispettive classi della statale “Storelli” e la richiesta rivolta al Ministero di individuare l’organico per trasferire anche i 14 ragazzi che si erano già iscritti al primo anno.

Il sindaco ha esordito parlando dell’incontro avuto in Regione insieme ad altri 11 comuni dell’area interna che va da Nocera Umbra a Montone per presentare l’accordo tra loro raggiunto, che verrà presto tradotto in bozza progettuale, per “consorziarsi” ed attingere ai 5 milioni di euro finanziati dal Governo in materia di turismo, ambiente e cultura. Ma questa sorta di “unione tra comuni” riguarderà anche diversi servizi territoriali come protezione civile, catasto, mensa, trasporti ed offerta formativa scolastica “in modo – ha affermato Presciutti – da eliminare quegli inutili doppioni che sono intervenuti negli anni o che si vuole continuare a produrre”.

Sempre in tema di servizi territoriali il sindaco ha voluto precisare alcune cose riguardo la questione Giudice di Pace: “La precedente amministrazione intendeva mantenere l’ufficio a Gualdo, insieme ai comuni di Sigillo e Fossato di Vico, che poi in realtà si sono tirati indietro, con una spesa di 67.000 euro all’anno. Con la soluzione che, invece, abbiamo adottato noi l’ufficio di Gubbio costerà in tutto 80.000 euro da dividere tra sette comuni e a Gualdo costerà circa un terzo rispetto alla somma prevista in precedenza. Inoltre – ha aggiunto Presciutti – nella sede della ex Pretura verrà trasferito l’ufficio di Polizia Municipale e così andremo anche a risparmiare i soldi che paghiamo ora di affitto per la sede attuale in Piazza Martiri”.

Infine alcuni flash: è stata inoltrata alla Regione la manifestazione d’interesse per avere una sede dell’ufficio a tutela dei consumatori a Gualdo; a settembre prenderà il via un progetto di rilancio dei contenitori del centro storico, dalle quattro taverne al “clip up”, insieme ad Ente Giochi, Porte e Gal, con fondi europei che oscillano tra i 500 e i 700 mila euro; è stato richiesto alle Ferrovie di prendere in comodato gratuito alcuni locali della stazione da destinare alle associazioni; chiarita la posizione sulla questione auditorium area ex consorzio, che non verrà realizzato: “o si farà una variazione di destinazione d’uso dell’immobile di proprietà del Comune o si venderà; il tutto a norma di legge”.

Articolo precedenteBambin Gesù, chiude la scuola media!
Articolo successivoStasera Radio Tadino festeggia in piazza i suoi 40 anni
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.