Sabato torna la Festa del Ceramista

GUALDO TADINO – Un appuntamento giunto alla XXIII edizione quello con la Festa del Ceramista. Una tradizione vera e propria nella città che in cui la ceramica è tradizione secolare. Quest’anno l’evento, promosso dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con il Polo Museale, avrà il suo inizio sabato prossimo 5 settembre alle ore 17.30 presso la sala conferenze del Museo della Ceramica di Casa Cajani, con il seminario dal titolo “Tra passato e nuove identità. La ceramica oggi”. Il Comune di Gualdo Tadino assegnerà, durante la manifestazione, prestigiosi riconoscimenti a chi si è distinto in questo ambito, contribuendo alla promozione dell’artigianato della città.
A seguire l’inaugurazione della mostra Sculture della Terra a cura di Vittorio Amedeo Sacco: 50 zucche di ceramica realizzate con tecniche molto diverse da cinquanta maestri provenienti da tutta Italia. Al termine, cena buffet per tutti i presenti e alle 21.00 il concerto nell’anfiteatro di piazza Soprammuro del gruppo acustico The Time Machine con ingresso libero. In caso di maltempo quest’ultimo evento si svolgerà presso la Mediateca del Museo dell’Emigrazione.

“Quella di quest’anno – sottolinea l’assessore allo Sviluppo Economico e al Turismo Giorgio Locchi – sarà un’edizione ‘sperimentale’ della Festa del Ceramista. Alla ceramica, infatti, abbiamo affiancato anche ambiti come arte e ambiente. Tutto questo con la prospettiva di favorire uno sviluppo sostenibile dell’economia che vada oltre la ceramica classica, che resta comunque, pur in un periodo di forte crisi economica, settore rilevante e di grande tradizione per la città Gualdo Tadino. La nostra Amministrazione è molto sensibile alle nostre radici, ma a queste dobbiamo abbinare anche strategie di innovazione per cercare di favorire lo sviluppo economico del territorio. Il prodotto finale è importante, ma lo è anche l’ambiente in cui questo viene “plasmato” e diffuso”. Per valorizzare il nostro patrimonio culturale durante tutta la giornata sarà possibile visitare il ricco percorso museale dedicato alla ceramica a lustro, tipica espressione artistica della città, che comprende: il Museo della ceramica, il Centro Culturale Casa Cajani, il Museo Opificio Rubboli e il Museo Civico Rocca Flea”.

Ecco il programma completo dell’evento di sabato 5 settembre:
ore 17.30
Seminario “Tra passato e nuove identità. La ceramica oggi” (Centro Culturale Casa Cajani – Via Imbriani)
Saluti di Massimiliano Presciutti – sindaco di Gualdo Tadino, Andrea Smacchi – consigliere regionale Andrea Smacchi, Franco Billi – Politiche per il credito e internazionalizzazione delle imprese Regione Umbria, Luigi Rossetti – Coordinatore area imprese, lavoro e istruzione Regione Umbria.

Intervengono:
Franco Cocchi, ceramologo: “La ceramica in Umbria”
Gianni Smacchi, Presidente Confartigianato: “Fare rete: l’artigianato come risorsa”
Vittorio Amedeo Sacco, Curatore ed esperto di ceramica: “Sculture della terra: presentazione della mostra”

 ore 19,30
Assegnazione dei premi: “Ceramista dell’anno”, “Alla carriera”, “Alla Memoria” e“Alla promozione della ceramica”.
Visita alla mostra “Sculture della terra”.
A conclusione aperitivo e buffet

ore 21,00
Anfiteatro “D. Mancini”, piazza Soprammuro: The Time Machine in concerto (in caso di maltempo il concerto si svolgerà presso la Mediateca del Museo dell’Emigrazione)

Festa del Ceramista

Articolo precedenteSerie D, girone e calendario. Derby il 18 ottobre
Articolo successivoFesta della Montagna, ecco la 28° edizione
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.