San Donato, dal Palio al teatro

GUALDO TADINO – Porta San Donato, dopo la recente vittoria del Palio di San Michele Arcangelo 2015, sposta la sua attenzione al teatro portando in scena, giovedì 5 e venerdì 6 novembre, “… E mo que ce facemo co sti mpiastri!“, commedia in due atti in lingua dialettale scritta e diretta da Maria Teresa Renzini e Ida Proietti.

“Avreste mai voluto essere più magra o più prosperosa di come siete? O magari avreste mai voluto avere più appeal con lo donne di quanto siete mai riusciti ad esprimere o forse scegliere la soluzione drastica per tagliare in modo netto con il passato e cambiare sesso?”. Questo recita la pubblicità dello spettacolo –

Tornano a calcare il palcoscenico i portaioli di San Donato che già tante risate e divertimento hanno offerto al pubblico negli spettacoli trascorsi. Paolo Casciani è il medico tuttofare impegnato a soddisfare le richieste più o meno strampalate di clienti insoddisfatti delle proprie qualità estetiche e delle loro performance. Lo assistono in ambulatorio le turbolente Marta Barberini e Chiara Pennacchioli e gli “imbranati” Gilberto Luzi Paolo Santini. Un caleidoscopico parterre di “casi umani” è quello invece dei clienti di questa clinica strampalata, dal bell’Antonio Paoletti, che da sempre desidera di approdare tra le fila del gentil sesso, alla prorompente Loredana Bassetti, entreneuse di professione alla ricerca di un corpo più accattivante per i propri clienti, fino all’intellettuale Roberto Tittarelli, afflitto da un incurabile insuccesso con le donne a cui il dottor Casciani prova a trovare rimedio. E poi uno stuolo di personaggi esilaranti che ruotano intorno: Vincenzo Matarazzi, Alessandro Santini, Federico Chiocci, Chiara Pompei e Giovanni Biscontini.

Tutte di casa San Donato anche l’audio e le musiche curate da Gianni Carnevale e le scenografie allestite da Maria Celeste Baiocco, Patrizia Brunetti, Iva Fedeli Nazareno Papi.

“San Donato torna a teatro per ridere e far ridere – commenta il priore Roberto Cambiotti – Dopo il successo che ha portato alla conquista del Palio per il secondo anno consecutivo e dopo il lavoro importante svolto da tutti i gruppi della Porta, apprezzato in modo unanime da chi a settembre ha partecipato ai Giochi, torniamo a calcare il palcoscenico con una nuova produzione, indice della vitalità della nostra Porta e della sua poliedricità”. E’ possibile già da ora acquistare i biglietti in prevendita, rivolgendosi ad Acciari Abbigliamento in via Franco Storelli oppure le sere dello spettacolo direttamente presso il botteghino del teatro Don Bosco.

teatrosandonato

Articolo precedenteFI e MS: “Perchè il silenzio sul caso Locchi?”
Articolo successivoSmacchi: “Domani mozione su Merloni”
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.