Rocchetta, tutti contro tutti

Eravamo abituati ai ricorsi al Tar – e non solo – contro la società Rocchetta, Regione e Comune da parte di comitati, associazioni, singoli cittadini, dal municipio di Nocera Umbra, ma ora la storia cambia. E’ la stessa società di acque minerali che ricorre al Tribunale Amministrativo Regionale contro la Regione Umbria  per l’annullamento della determinazione dirigenziale n. 8399 del 12 novembre 2015, avente ad oggetto il calcolo delle indennità spettanti per la compressione dei diritti di uso civico gravanti sul bacino imbrifero denominato “Rocchetta”.

Con l’atto regionale, che ora la Rocchetta s.p.a. vorrebbe che il Tar annullasse, il Servizio regionale foreste, economia e territorio montano  ha stabilito che l’azienda a dovrà pagare, in favore della ricostituita comunanza agraria “Appennino Gualdese”, la somma di 26.189, 52 euro quale indennità per la compressione dei diritti di uso civico gravanti sui terreni oggetto di concessione mineraria per la captazione dell”Acqua Rocchetta”.  La S.p.A. contesta il le spettanze.

Comunanza, che si è vista notificare il ricorso quale soggetto controinteressato, così come il Comune di Gualdo Tadino.

<<In attesa di poter pubblicare il nostro ricorso  contro la stessa Determina non appesa sarà stato completato il deposito – commentano dal cda della Comunanza – precisiamo  che i motivi del nostro ricorso da non riguardano il calcolo delle spettanze, ma come già detto, la parte in cui si dà atto della sussistenza di presupposti invece inesistenti per il calcolo stesso>>. Comunanza che auspica che si conosca  il ricorso della Rocchetta, <<affinché – dichiarano dal Cda –  ogni singolo gualdese possa valutare il suo comportamento, formulare le proprie considerazioni circa un’azienda che sta continuando prepotentemente ad affermare, con orgoglio, il suo totale distacco dalla collettività degli abitanti. Padroni a casa nostra di una sfacciata mercificazione del territorio. Mentre non possiamo esimirci dall’ammonire una politica locale cieca, colpevole e perdente , ci riserviamo di rendere note tutte le altre nostre valutazioni al momento in cui anche il nostro  ricorso  sarà stato pubblicato>>.

Sul tutto, inoltre, è pendente un ricorso al Commissariato per la liquidazione degli usi sulla titolarità – tra Comune e Comunanza – dei terreni gravati da uso civico  nel territorio di Gualdo Tadino.

 

 

Articolo precedenteArriva “Sogno di una notte d’inverno” la festa di Carnevale fantasy
Articolo successivoScosse di terremoto tra Gubbio e Gualdo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.