Morte Riccardo Pizzi, Cannara in lutto. Francioni: “Sono sconvolto”

La notizia è piombata a Gualdo Tadino mentre in piazza Martiri si stava concludendo il primo appuntamento in vista dei Giochi de le Porte, l’addestramento dei somari. All’incredulità seguita alle prime voci si è purtroppo sostituito lo sgomento quando la notizia è diventata ufficiale. La scomparsa di Riccardo Pizzi mentre stava facendo ciò che più gli piaceva, giocare a calcio, ha sconvolto la frazione di Pieve di Compresseto e tutta la comunità gualdese. Molto conosciuto in città, Riccardo lascia la mamma Maria, che da anni lavora in Comune, la sorella Serena e la fidanzata Stefania, con cui avrebbe dovuto sposarsi nei prossimi mesi.

ANNULLATA CENA A CANNARA – In segno di lutto per la sua scomparsa, è stata annullata la consueta cena inaugurale della Festa della Cipolla di Cannara, nella quale tradizionalmente vengono invitate le autorità locali e regionali, prevista per domani sera martedì 30 agosto. La decisione è stata presa dall’amministrazione comunale di Cannara in accordo con l’Ente Festa della Cipolla per rispetto nei confronti dei familiari colpiti dalla triste sciagura.

LE LACRIME DI FRANCIONI – A Cannara Riccardo era arrivato quest’anno, per seguire ancora una volta il suo mentore Gianni Francioni, che già più volte l’aveva avuto con sè in passato. “Per me era come un figlio – afferma l’allenatore eugubino in una dichiarazione rilasciata a Trgmedia – Lo conoscevo da anni e avevo avuto modo di apprezzarne non solo le indiscusse doti tecniche, con un piede sinistro degno di categorie superiori, ma soprattutto il grande spessore umano, la bontà d’animo, la correttezza in campo sempre attestata da compagni di squadra e avversari. Quello che è successo ieri mi ha segnato profondamente. L’ho avuto a Nocera, a Valfabbrica, con l’Angelana e quest’anno l’ho ritrovato a Cannara. Un ragazzo affidabile sotto ogni punto di vista, sia sportivo che personale. Su di lui sapevo di poter contare a occhi chiusi. Quello che ho vissuto ieri mi ha sconvolto”, conclude l’ex allenatore del Gualdo Casacastalda.

PRESCIUTTI: “CIAO GRANDE STOPPER” – Il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti con un post su Facebook ha voluto ricordare così Riccardo Pizzi: “Ciao Riccardo, ciao grande stopper, sai ancora non ci credo,volevo solo dirti che continuerai a vivere in tutti noi, quelli come te non muoiono mai!! Ti abbraccio forte, ti voglio bene.”

Intanto il procuratore Alessandro Cannevale, ha chiesto l’acquisizione dei documenti medici di idoneità sportiva dello sfortunato calciatore. La visita era stata effettuata soltanto un paio di settimane fa. L’inchiesta della magistratura sarà utile anche a comprendere le modalità dei soccorsi. Mercoledì l’autopsia sul corpo.

Articolo precedenteViolenza in centro storico
Articolo successivoGiovane accoltellato, il comunicato stampa della Asl
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.