Giochi de le Porte, insediata la commissione sulla sicurezza

Pubblicità

GUALDO TADINO –  Si è insediata oggi pomeriggio la commissione interdisciplinare  promossa dall’amministrazione comunale e condivisa da tutte le forze politiche presenti in Consiglio con il compito di esaminare e proporre linee di intervento nell’ambito della sicurezza –  soprattutto del tracciato di gara del Palio di San Michele Arcangelo –  e per il rilancio dei Giochi de le Porte, festa riconosciuta dallo statuto del Comune di Gualdo Tadino come “patrimonio identitario della città”.

Hanno partecipato all’incontro il sindaco  Presciutti, il presidente del Consiglio comunale Fabio Pasquarelli, i capigruppo di maggioranza, Jada Commodi (Pd) , Simonetta Parlanti (Rinnovamento per Gualdo) e di minoranza, Stefania Troiani  (Movimento Cinque Stelle), Brunello Castellani  (Per Gualdo) ed Erminio Fofi (Morroni Sindaco), oltre all’ordine dei veterinari di Perugia rappresentato da Sandro Bianchini, il prof. Antonio Pieretti, l’Usl Umbria 1 con Elide Colini e Fausto Cambiotti . Unico assente al tavolo l’Ente Giochi de le Porte, che ha eletto nelle ultime ore  il nuovo presidente, Paolo Campioni.

Dalla riunione, fanno sapere dall’Amministrazione comunale, “ne è scaturita una discussione positiva e propositiva per lavorare in sinergia dal punto di vista scientifico, storico ed organizzativo per il bene de i Giochi de le Porte e di tutta la città di Gualdo Tadino, che è la protagonista della manifestazione”.

“L’incontro odierno – ha sottolineato il sindaco Massimiliano Presciutti nasce dopo i problemi sorti lo scorso anno. In quell’occasione la dott.ssa Colini della Usl manifestò al sottoscritto la sua disponibilità, per quanto di sua competenza, per evitare in futuro il ripetersi di problemi nello svolgimento de i Giochi de le Porte. Lo scorso settembre, infatti, ci fu il serio rischio di non far svolgere la manifestazione per la mancanza di sicurezza sul tracciato. I Giochi poi si fecero con l’assunzione di responsabilità da parte mia, ma è bene ricordare che la festa non si sarebbe svolta se la commissione giudicatrice, alla quale mancavano i vigili del fuoco a causa del terremoto, si fosse effettivamente riunita ed avesse dato parere negativo. Dunque per lo svolgimento dei Giochi de le Porte – ha sottolineato il primo cittadino – l’Amministrazione comunale ha sempre responsabilità inalienabili. Oltre al fatto che il Comune è proprietario di taverne, stalle, e così via, necessarie alla riuscita della festa. La cosa che mi rammarica oggi è dunque vedere qui presenti tutti i soggetti interessati alla manifestazione, tranne l’Ente Giochi. Rispetto la loro decisione ma non la comprendo – ha concluso il Sindaco – e lavorerò fin da subito per un loro coinvolgimento pieno. Lo scopo di questo tavolo è infatti quello di lavorare insieme, ognuno per le proprie competenze, per il bene dei Giochi de le Porte. Un tavolo, ha inoltre ricordato Presciutti, presente in modo analogo anche in altre città. Per esempio a Foligno, per la Quintana, c’è un gruppo di lavoro che segue l’organizzazione e le criticità della manifestazione, ed è un gruppo unito per il bene dell’evento e della città. Per questi motivi il Sindaco auspica che in futuro a questo tavolo possa partecipare anche l’Ente Giochi.

Nel ribadire che “non si tratta di un tavolo politico bensì di lavoro per superare le criticità e organizzare al meglio la festa più importante della città di Gualdo Tadino”, il primo cittadino ha evidenziato che per ottenere tali risultati  “occorre che ci siano tutti i soggetti interessati dalla manifestazione. La volontà è infatti costruire una proposta condivisa da tutti. Occorre unione e non divisione”.

Un richiamo all’unione per il bene della principale festa gualdese è arrivato anche dagli esponenti dell’opposizione consiliare e dai tecnici.

“Sono d’accordo nel trovare una soluzione condivisa tra tutti i soggetti interessati ai Giochi – ha sottolineato Erminio Fofi di Morroni Sindaco – e quindi anche l’Ente Giochi. Anche nel 2009 rischiammo di non fare la manifestazione. Per evitare che i Giochi in futuro non si svolgano occorre dunque trovare tutti insieme delle soluzioni”.

Credo che la situazione tra Comune ed Ente Giochi – ha detto Brunello Castellani di Per Gualdo vada sanata. Il paradosso sarebbe trovarsi divisi su i Giochi de le Porte, manifestazione che appartiene alla città nel suo complesso”.

“ Tutti i gruppi di maggioranza e minoranza – ha concluso Stefania Troiani del Movimento Cinque Stelle hanno dato atto di avere una visione in comune sui Giochi de le Porte ed auspichiamo la presenza dell’Ente nel prossimo incontro”.

I rappresentanti della Usl, il prof. Pieretti e il dott. Bianchini dell’ordine dei Veterinari di Perugia hanno manifestato la volontà di lavorare in condivisione, ognuno nel proprio ambito, per il bene de i Giochi de le Porte, ed hanno auspicato che anche l’Ente Giochi sia presente al prossimo incontro affinché possa dare il proprio contributo. Nei giorni scorsi dall’Ente era arrivata la propria indisponibilità a partecipare a questo tavolo

La prossima riunione si svolgerà  nella seconda metà del mese di marzo.

L’incontro si è concluso con un accenno al caso doping che ha colpito mesi fa la Porta San Martino. In modo unanime, riferiscono dal Comune –   i presenti hanno condiviso che ” se le indiscrezioni di negatività delle contro-analisi sul somaro Cesare fossero confermate, tutti i soggetti squalificati siano riabilitati a pieno sotto ogni punto di vista, a causa dell’ingiusta squalifica subita”.

Articolo precedenteIl Bollettino del Venerdì Show. Due le date al Talia
Articolo successivoCampioni: “La parola d’ordine per i Giochi de le Porte sarà: insieme”
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.