Rifiuti, in arrivo il centro del riuso

L'assessore all'Ambiente Michela Mischianti
Pubblicità

GUALDO TADINO – E’ di circa 74mila euro il finanziamento regionale ottenuto dal comune di Gualdo Tadino per la realizzazione del primo Centro del Riuso territoriale, che sorgerà nei pressi del nuovo centro di raccolta dei rifiuti urbani, nella zona industriale nord della città, e sarà al servizio anche dei cittadini dei comuni di Fossato di Vico e Sigillo

“La finalità sarà quella di contrastare e superare la cultura dell’usa e getta – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Michela Mischianti – e sostenere la diffusione di una cultura del riuso dei beni, basata su principi di tutela ambientale e solidarietà sociale”.

Il cittadino potrà conferire presso il centro i propri beni usati promuovendo in questo modo il loro reimpiego, prolungandone il ciclo di vita oltre le necessità del primo utilizzatore, in modo da ridurre la quantità di rifiuti da avviare a trattamento o smaltimento.

“Tutti i soggetti coinvolti – ha sottolineato l’assessore Mischianti – si stanno adoperando nella risoluzione di tutte le pratiche amministrative al fine di approvare il progetto esecutivo e appaltare i lavori il prima possibile. I risultati raggiunti sul tema della gestione dei rifiuti, cioè il nuovo centro di raccolta, l’ampliamento del porta a porta e ora il centro del Riuso, sono in controtendenza rispetto a quanto avviene in molti altri centri umbri e non graveranno sulle tasche dei cittadini gualdesi”.