Le fiamme di Lucifero sull’Umbria. Mai così caldo a Gualdo Tadino

Pubblicità

E’ un caldo record quello che da qualche giorno si sta abbattendo sull’Italia, ormai lo dicono tutti dai telegiornali alla stampa, ai siti web. A Orvieto sono stati superati addirittura i 44 gradi (44,5) mentre a Perugia e Terni si è viaggiato sopra i 40.

Anche a Gualdo Tadino il caldo si è fatto sentire e la temperatura si è fermata a 0,3°C dal muro dei 40. Lo evidenzia la Stazione Meteorologica di Palazzo Mancinelli che sottolinea come per la città sia comunque un record. “E’ notevole che per tre giorni di seguito la temperatura abbia sfiorato questo limite.” La stessa Stazione Meteorologica invita ad avere ancora un po’ di  pazienza poichè da domenica cambieranno i valori di temperatura. Il sito ilmeteo.it annuncia che dopo il 7 Agosto un centro di bassa pressione (un ciclone) pilotato dalle correnti perturbate atlantiche, comincerà a dirigersi verso l’Italia. Il ciclone la raggiungerà indicativamente verso il 9-10 Agosto.

EVOLUZIONE – Tempo che inizierà a peggiorare sulle Alpi e Prealpi con temporali violenti. I temporali tra il 9 e il 10 Agosto avanzeranno anche verso la Pianura Padana, risultando fortissimi, ricchi di grandine e formando anche trombe d’aria (o tornado) potenzialmente molto forti. I fenomeni potrebbero sconfinare anche verso alcune regioni del Centro, come Toscana, Umbria e Marche. Il resto delle regioni italiane continueranno ad essere interessate dall’anticiclone Lucifero, quindi con caldo intenso e persistente.

DOPO IL 10 AGOSTO – Guardando ancora più in là, possiamo presumere che dopo il passaggio del ciclone, avanzerà da Occidente l’alta pressione delle Azzorre, che porterà un clima più idoneo alla stagione.

In attesa dell’arrivo del centro di bassa pressione i gualdesi cercano refrigerio salendo in montagna e prendendo d’assalto la Valsorda, che anche nelle ore serali è meta di numerose persone in cerca di una boccata di aria fresca.