Mille cuori per Riccardo. Commozione e sport nel primo Memorial Pizzi

Pubblicità

La tribuna dello stadio “Luzi” gremita è stata la degna cornice di una serata vissuta nel ricordo di Riccardo Pizzi, lo sfortunato calciatore gualdese scomparso il 28 agosto di un anno fa mentre era in campo. Molte le maglie con il 5, il suo numero da giocatore, diversi gli striscioni all’esterno e all’interno dello stadio con l’immagine di Riccardo e una frazione intera, quella di Pieve di Compresseto, che si è attivata per organizzare questa serata.

In tanti hanno voluto essere presenti al Memorial in suo onore che ha visto sfidarsi sul terreno di gioco quattro delle squadre in cui ha militato Riccardo: Gualdo Casacastalda, Cannara, Atletico Gualdo-Fossato e Cerqueto. In questi casi, si sa, il risultato del campo conta relativamente. Il Memorial è stato comunque appannaggio del Cerqueto, che prima ha superato il Cannara per 2-1 e poi  in finale ha battuto ai rigori l’Atletico Gualdo-Fossato dopo che i 45′ erano terminati sullo 0-0. L’Atletico Gualdo-Fossato a sua volta aveva eliminato ai rigori il Gualdo Casacastalda (0-0 il risultato alla conclusione del minitempo).

[cycloneslider id=”memorial-riccardo-pizzi”]

Al termine, alla presenza del consigliere del Comitato Regionale Umbro della Figc Danilo Paciotti, è stata consegnata una targa ricordo a tutte le squadre partecipanti e anche al Sassoferrato, che non è voluto mancare alla serata in ricordo del suo ex giocatore. Toccante la lettera della fidanzata Stefania, poi un mazzo di fiori è stato donato alla mamma di Riccardo, Maria, che, commossa, ha voluto ringraziare tutti i presenti. Al termine, sulle note di “Roma Roma Roma” di Antonello Venditti, l’inno della squadra giallorossa di cui Riccardo era un grande tifoso (Francesco Totti ha inviato una sua maglia alla famiglia), sono stati liberati decine di palloncini bianchi nel cielo di Gualdo Tadino.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI