Giochi de le Porte, sulla polemica biglietti interviene l’Ente

palio giochi de le porte
Pubblicità

Dopo la comunicazione dei prezzi delle tribune in occasione dell’edizione 2017 dei Giochi de le Porte i social sono esplosi. L’aggiunta, come giornate a pagamento, del venerdì e della domenica e il raddoppio del costo dei posti a sedere rispetto alle due precedenti edizioni sono stati i motivi del malcontento, che molti hanno espresso nei confronti dell’Ente Giochi tramite Facebook.

Sull’argomento interviene il presidente dell’Ente Paolo Campioni, che evidenzia le risorse messe in campo per la manifestazione: “I Giochi de le Porte sono una grande festa di popolo. Un popolo attivo e partecipe, che addirittura investe risorse proprie per garantire agli spettatori una manifestazione unica nel suo genere. Oltre mille figuranti in costume d’epoca pagheranno per poter sfilare e rendere il centro storico un palcoscenico di rara bellezza. Abbiamo deciso di investire risorse importanti per il noleggio di maxi schermi che consentiranno la completa visibilità sia dei cortei sia delle gare della domenica, uno dei quali sarà posizionato addirittura a ridosso di Piazza Martiri, novità assoluta dopo anni di tentennamenti“.

Campioni si sofferma sul punto cruciale dell’imminente edizione: la sicurezza. “I Giochi de le Porte sono ancora possibili grazie all’imponente macchina organizzativa messa in moto dall’Ente in stretta sinergia con l’Amministrazione Comunale. L’obbligatorietà della security a copertura di ogni angolo del centro storico e le misure di tutela per l’incolumità pubblica, ci hanno costretti alla decisione di collocare le tribune in alcuni punti dell’anello del centro storico – continua il presidente dell’Ente – Spazi che altrimenti sarebbero dovuti rimanere vuoti, interdetti e sgomberi da cose e persone, come mai era accaduto prima”.

LE NOVITA’ SUI BIGLIETTI
Da domani pomeriggio alle 17.00, presso la sede dell’Ente in via Matteo Pittore, 2, sarà possibile acquistare i biglietti per i tre giorni
 della manifestazione. Previsti mini abbonamenti e gratuità per bambini e ragazzi fino a 14 anni. Saranno inoltre garantiti posti privilegiati e in prima fila per cittadini e visitatori diversamente abili. In occasione del pranzo del Portaiolo di domenica 17 settembre, la sede resterà aperta per tutta la giornata per la vendita dei biglietti.

Ed ecco le novità comunicate oggi: il costo del tagliando per le tribune di Piazza Martiri è di 15 euro se si acquista anche quello del venerdì a 10 euro. Resta di 20 euro se si acquista soltanto per la serata del sabato sera. I posti delle altre tribune dislocate lungo il percorso saranno venduti a 15 euro (abbinamento sabato e domenica) e 10 euro per la singola giornata. E’ possibile prenotare i biglietti anche al numero di telefono 331.5423327.

Abbiamo da subito eliminato la paventata ipotesi di far pagare un biglietto di ingresso a tutti, cosa che viene praticata in molte altre feste similari – dice il Gonfaloniere Roberto Cambiottisalvaguardando la gratuità della festa e prestando attenzione ad un’offerta diversificata, ma comunque accessibile e ad un costo contenuto. Il costo delle tribune riesce a coprire solo in parte l’enorme esborso economico che l’organizzazione richiede, ma non cediamo alla modernità che vuole ingabbiarci in regole sempre più feroci e restrittive. Applicheremo ogni prescrizione, saremo scrupolosi e ci atterremo a quanto ci è stato imposto dalle nuove normative. Ma lo faremo nella piena consapevolezza che questa Festa è tanto grande da giustificare il nostro sforzo, e quello dei cittadini di Gualdo Tadino, quelli che la amano, che la sostengono, che la incitano a fare sempre meglio. Un piccolo sforzo di comprensione che chiediamo a tutti, a noi stessi per primi, per consentirci di ospitare nel migliore dei modi chiunque si troverà a passare da queste parti, per lasciare nel cuore di ognuno il più bel ricordo della Festa e della città.

In totale, le tribune allestite potranno ospitare 600 spettatori.