Lavoro e sviluppo, a breve a Gubbio consigli comunali aperti

Consigli comunali aperti ai comuni della fascia del comprensorio, tra i quali Gualdo Tadino, per discutere su tematiche di interesse comune. Li convocherà a breve il sindaco di Gubbio Filippo Maria Stirati annunciando i temi, che saranno quelli della crisi occupazionale e dello sviluppo del territorio.

D’intesa con i sindaci dei comuni di Gualdo Tadincrisicheggia-Pascelupo, Costacciaro, Sigillo, Fossato di Vico e Nocera Umbra – comunica il sindaco Stirati – abbiamo concordato di convocare nelle prossime settimane a Gubbio dei consigli comunali aperti a tutti i comuni interessati. Raccogliendo anche le sollecitazioni arrivate dal mondo sindacale, con cui ci siamo confrontati ripetutamente, intendiamo impegnarci per dare risposte concrete e contrastare una crisi che ancora perdura in maniera drammatica, con la chiusura di poli manifatturieri e industriali nei vari settori produttivi e con un calo di reddito complessivo nelle famiglie. Intendiamo coinvolgere e sollecitare tutti i soggetti coinvolti a vario titolo, per una strategia congiunta che possa dare aperture di crescita e sviluppo, a partire dalla Giunta della Regione Umbria e dalla Commissione competente, per arrivare al Ministero, ai parlamentari umbri e a Sviluppumbria.

Ai consigli saranno invitate le forze imprenditoriali e produttive, oltre che i sindacati. “Sono tante le tematiche che interessano il territorio – continua Stirati – a partire dalle risorse previste dal programma delle ‘Aree Interne’, il GAL, i Fondi Comunitari. Insieme faremo il punto della situazione, mettendo a confronto i diversi soggetti istituzionali, sociali, politici e culturali del territorio per una reale, concreta innovativa ripartenza».

Ringrazio il mio collega di Gubbio – ha commentato il primo cittadino di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti – per aver con solerzia messo in atto questa iniziativa concreta, frutto della condivisione di intenti sulla quale abbiamo trovato subito una forte intesa. Vedere i sindaci del nostro territorio compatti ed uniti, andando al di là dei vari schieramenti politici di appartenenza, è senza dubbio il modo migliore per cercare di condividere i problemi e trovare le soluzioni più adatte al nostro comprensorio. Affrontare insieme le questioni è certamente più produttivo che farlo individualmente”.

Articolo precedenteMinoranza, chiesto un consiglio comunale sulla situazione occupazionale
Articolo successivoAvis Gualdo Tadino, sabato l’assemblea di fine anno
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.