Salvò un’automobilista, l’agente Monacelli premiato dal capo della polizia

Insieme al collega, l’assistente capo Sergio Armanni, lo scorso agosto aveva salvato la vita a una automobilista che con la sua auto era finita, ribaltandosi, in un canale d’acqua rischiando di annegare.  Per questo suo atto l’agente gualdese di polizia Alessandro Monacelli ( a sinistra nella foto), in forza al Commissariato di Crema, ha ricevuto il prestigioso premio Luigi D’Andrea, intitolato al maresciallo ucciso dalla banda Vallanzasca nel 1977.

Ad Armanni e Monacelli il capo della polizia Franco Gabrielli ha consegnato una medaglia d’oro e  un attestato di benemerenza. L’associazione Luigi D’Andrea, istituita dalla vedova del maresciallo, in occasione della ricorrenza della strage di Dalmine assegna il premio ai funzionari di polizia che nell’anno precedente si sono distinti in atti di eroismo.

Sergio Armanni e Alessando Monacelli il 31 agosto scorso erano impegnati in un controllo stradale quando vennero allertati da un automobilista che dallo specchietto retrovisore aveva notato scomparire una Fiat 500 che era dietro di lui. Alla guida si trovava una 55enne che, vittima di un malore, aveva perso il controllo dell’auto finendo in una roggia. I due agenti si erano subito recati sul posto e, mentre l’abitacolo si stava riempiendo di acqua, erano riusciti a rompere i vetri della macchina e a tenere la testa della donna fuori dall’acqua in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco e del 118. Durante il salvataggio i due poliziotti avevano riportato anche delle ferite.

Articolo precedenteBase Scout La Colonia, in arrivo 15mila euro dalla Regione
Articolo successivoPerugia-Ancona, stasera aprono altri due tratti di 7 chilometri
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.