La canapa strumento di sviluppo del territorio, se ne parla alla Rocca Flea

Pubblicità

Si terrà oggi pomeriggio alle 17,30 alla Rocca Flea di Gualdo Tadino la presentazione del progetto di sviluppo economico: “Seminare il futuro per ripensare i territori. Verso una piattaforma interregionale sulla nuova filiera integrata della canapa”, organizzato dall’associazione Guardo Avanti.

L’evento, al quale parteciperanno anche le Regioni Umbria e Marche, il Comune di Gualdo Tadino, il consorzio Abn, la fondazione Fits! di Banca Prossima, è stato spiegato dalla stessa associazione Guardo Avanti, guidata da Oriano Anastasi: “Con questo progetto vorremmo formulare un nuovo concetto di economia circolare ripartendo dalla vocazione storica del nostro territorio  l’agricoltura. Abbiamo pensato di ripartire dalla Canapa e attorno ad essa costruirci una filiera. I mass media e carta stampata del settore e non, oggi stanno ridando onore a questa pianta che, prima dell’utilizzo intensiva del petrolio e la messa al bando per proprietà illecite della pianta, per gli agricoltori era una panacea che  condivideva con il maiale il concetto che di essi non si buttava nulla. Come associazione  non vogliamo essere spocchiosi  e presuntuosi ma ambiziosi sì, pertanto noi ci crediamo e se i territori la pensano come noi, probabilmente molto di quel manifatturiero ad oggi perso, in buona parte lo potremmo recuperare.”

Interverranno Oriano Anastasi, presidente dell’associazione Guardo Avanti, il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciuttil’assessore regionale dell’Umbria Fernanda Cecchini, il consigliere regionale delle Marche Gino TraversiniFausto Spilla del consorzio Abn e Roberto Leonardi di Fits di Banca Prossima. Seguirà un dibattito con i rappresentanti del mondo delle imprese, delle associazioni e della cultura moderato da Luciano Recchioni dell’associazione Guardo Avanti.