Incidente Flaminia, anche un gualdese tra le vittime

Pubblicità

C’è anche un gualdese tra le vittime del gravissimo incidente stradale che si è verificato questa mattina intorno alle 5.15 sulla nuova Flaminia nel territorio di Gualdo Tadino all’altezza di San Pellegrino. Una strada inaugurata pochi anni fa, ma che, alla pari della variante della Pian d’Assino, è nata vecchia.

Si tratta di Daniele Spigarelli, 44 anni, che si trovava a bordo di una Fiat Panda insieme a Enrico Rossi, 50 anni di Casacastalda, anche lui deceduto. I due erano dipendenti della Faber di Sassoferrato, dove si stavano recando per iniziare la settimana lavorativa. La terza vittima è un 55enne della provincia di Cosenza, Paolo Trotta, che si trovava a bordo di una Fiat 500.

L’impatto delle due auto coinvolte nel sinistro è stato violentissimo, con la Panda che è andata in fiamme. Le cause dell’incidente sono in corso di accertamento. Le due vittime umbre avevano entrambi due figli. Sul luogo dell’incidente si è recato anche il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti.

Molto complesse le operazioni di intervento. Sul posto si sono portati carabinieri, vigili del fuoco del distaccamento di Gaifana e dalla centrale di Perugia Madonna Alta, 118 e Polizia Stradale.
La nuova Flaminia, nel tratto dallo svincolo di Gualdo Tadino Centro-Cerqueto e quello di Gualdo Tadino Nord, è stata chiusa fino alle ore 11.

[cycloneslider id=”incidente-flaminia”]

In aggiornamento