Vicenda Althea (Crimo e ex Ebm), la Regione convoca un incontro

“Le strutture tecniche della Regione Umbria stanno monitorando da tempo  l’evoluzione della situazione relativa alle unità locali della Althea Spa di Foligno e Gualdo Tadino, ex EBM e Crimo Italia, attraverso confronti con le organizzazioni sindacali ed il management aziendale, in esito alla programmata fusione tra le società italiane del gruppo, che dovrebbe essere operativa a partire dal 1 luglio.” Lo riporta una nota della Regione Umbria che ha annunciato un incontro istituzionale con gli enti locali interessati e le rappresentanze sindacali sulla situazione di Althea.

Forte preoccupazione ha suscitato in questo senso la presentazione ufficiale del piano industriale di Althea – multinazionale con 1600 addetti in Italia, di cui 200 in Umbria, riferibile al fondo di investimento inglese Permira –  intervenuta giovedì 21 giugno con la previsione di accentramento di alcune delle funzioni aziendali su Roma e Milano e il trasferimento del personale tra cui quello della sede di Foligno.

Per valutare ogni possibile azione, compresa l’attivazione delle istituzioni nazionali, finalizzata alla tutela dei livelli occupazionali ed alla garanzia dell’integrità dell’azienda in Umbria, la Regione Umbria comunica che nei prossimi giorni convocherà un incontro istituzionale con enti locali e rappresentanze sindacali.

In una nota, Althea evidenzia che nell’ambito del piano di riorganizzazione delle strutture italiane del gruppo, verrà mantenuto il centro di Gualdo Tadino (l’attuale Crimo Italia). “Complessivamente, la riorganizzazione delle attività determina la necessità di trasferire circa 80 risorse, per lo più provenienti dalle sedi di Foligno e Fisciano (in provincia di Salerno, ndr), presso quelle di Roma e Milano. Con riferimento in particolare alla regione Umbria, Althea riconferma la volontà di conservare la presenza sul territorio, come dimostra il mantenimento del centro di eccellenza di Gualdo Tadino e dei professionisti attivi presso tutte le strutture sanitarie attualmente servite dal Gruppo. In totale, Althea continuerà ad impiegare oltre 100 dipendenti nella regione umbra:”

Articolo precedenteCentro per Istruzione Adulti, consegnati gli attestati scolastici
Articolo successivoRilancio Tagina, messa di ringraziamento del vescovo Sorrentino
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.