La mostra più breve e numerosa. Ecco i vincitori di Ad Hoc 2018

La mostra più breve e numerosa che Gualdo Tadino abbia mai ospitato. Si chiama Ad hoc 2018, ed è stato un vero successo. Allestita sabato scorso 30 giugno presso il Museo Civico Rocca Flea, alla collettiva di ceramica internazionale hanno partecipato artisti provenienti da Cina, Croazia, Russia, Serbia e Slovenia, che si sono dati appuntamento nella città della ceramica esponendo un’opera ciascuno per una sola giornata.

La manifestazione – dicono dal Polo Museale – è stata l’occasione per un confronto reciproco ed un dialogo d’arte che ha portato alla proclamazione delle tre migliori opere presentate“.
Il primo premio è stato assegnato all’artista slovena Ines Kovačić, il secondo al croato Zdenko Šlibar, mentre per il terzo posto è stato decretato un ex-aequo per Chen Guanghui (Cina) e Dani Žbontar (Slovenia).

I maestri ceramisti sono stati accolti dal sindaco Massimiliano Presciutti che ha espresso l’augurio che l’evento possa divenire un appuntamento annuale di riflessione e confronto sulla ceramica contemporanea.

La mostra è stata realizzata grazie al Centro delle Belle Arti e Design di Zagabria, con il coordinamento dal maestro ceramista Hanibal Salvaro e la collaborazione del Polo Museale Città di Gualdo Tadino. Questi gli artisti che hanno partecipato: Anamarija Bezek (CRO) – Petra Breskvat Tiller (SLO) – Nadica Eichhorn (CRO) – Giulia Gorlova (RUS) – Chen Guanghui (CHA) – Meta Kastelic (SLO) – Ines Kovačić (SLO) – Višnja Markovinović (CRO) – Jelena Miletić (SRB) – Marija Milić (CRO) – Hanibal Salvaro (CRO) – Dubravka Savić Bogataj (SLO) – Miljanka Simšič (SLO) – Zdenko Šlibar (CRO) – Nada Špacapan (SLO) – Dani Žbontar (SLO).

Articolo precedenteGli Antichi Umbri nella rete museale… ma di che tipo?
Articolo successivoTutto pronto per Gualdo Tadino Street Food. Ecco il programma
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.