Un piatto di Rubboli al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza

Lo scorso novembre una delegazione dell’Associazione Culturale Rubboli si era recata a Faenza per donare al MIC-Museo Internazionale delle Ceramiche, un piatto del ceramista gualdese, maestro del terzo fuoco, Paolo Rubboli (1838-1890), intitolato “Incoronazione di Cesare”.

L’opera, realizzata intorno al 1880, molto simile per soggetto e decorazione a un piatto in mostra presso il Museo Rubboli di Gualdo Tadino, era stata acquistata dall’associazione grazie alle quote dei soci.

Nel museo faentino, uno dei più importanti nel mondo per la ceramica artistica, non era presente nessuna opera dell’Ottocento gualdese e per questo l’Associazione Culturale Rubboli aveva ritenuto importante colmare in maniera adeguata questa lacuna, con lo scopo ulteriore di far conoscere il Museo Opificio Rubboli in un prestigioso contesto come il MIC.

Oggi, finalmente, la bacheca del Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza dedicata a Gualdo Tadino e Gubbio tra ‘800 e ‘900, è stata rivista nelle didascalie e completata con la presenza significativa del manufatto di Paolo Rubboli, di notevole rilievo scientifico nella storia della maiolica italiana.

Tale operazione è stata resa possibile grazie alla direttrice del MIC Claudia Casali, Giovanni Violani, vicepresidente dell’associazione Amici della Ceramica e del Mic, Elena Dal Prato, membro della stessa organizzazione e referente per la donazione, e Valentina Mazzotti, conservatrice del MIC.

Questo l’elenco dei manufatti conservati nella bacheca in ordine cronologico:

  1. Piatto con “Inconorazione di Cesare”. Maiolica a lustro. Gualdo Tadino, Paolo Rubboli, 1878/1880. Dono della Associazione Culturale Rubboli, 2017. Inv. 32981
  2. Piatto con grottesche e putto a rilievo. Maiolica a lustro, Gubbio, Fabbrica Giovanni Spinaci e  Compagni, 1880 ca. Dono di Ruggero Guerrieri, 1927. Inv. n. 24399
  3. Coppa con al centro “Amorino che brandisce una freccia”. Maiolica a lustro. Gualdo Tadino, Alfredo Santarelli, 1908. Dono del Ministero dell’Agricoltura, Industria e Commercio. Inv. n. 24407
  4. Piatto con “Amore e Psiche” entro cornice a “grottesche”. Maiolica a lustro, Gualdo Tadino, Alfredo Santarelli, 1920-30, Dono della vedova in memoria di Biagio Morini, 1945. Inv. n. 95
  5. Vaso ad anse cordate con stemma. Maiolica a lustro, Gualdo Tadino, Società Ceramica    Umbra – Paolo Rubboli, 1927. Dono della Società Ceramica Umbra. Inv. n. 24402
  6. Piatto con “Ninfe alla fonte” entro cornice a grottesche. Maiolica a lustro, Gualdo Tadino, Alfredo Santarelli, 1928. Dono della Società Ceramica Umbra. Inv. n. 24411
Articolo precedenteMorano Madonnuccia e Valsorda, lavori di manutenzione straordinaria
Articolo successivoCon le Acli al santuario della Madonna della Ghea per parlare di ambiente
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.