Bonus pubblicità, l’agevolazione fiscale per le aziende per farsi conoscere

bonus pubblicità
Pubblicità

E’ operativa una nuova agevolazione fiscale per imprese, lavoratori autonomi, professionisti ed enti non commerciali che effettuino investimenti in campagne pubblicitarie su radio, giornali e tv. Il decreto relativo al cosiddetto “Bonus pubblicità” è attuativo.

Sono ammessi a questo beneficio fiscale, nella forma di credito d’imposta, gli investimenti riferiti all’acquisto di spazi pubblicitari il cui valore complessivo superi di almeno l’1% gli investimenti effettuati nell’anno precedente sugli stessi mezzi di informazione.

COME FUNZIONA?
Se, per esempio, nel corso del 2017 un’azienda ha sostenuto spese pubblicitarie (su radio, tv e giornali) pari a 1.000 euro e nel 2018 l’azienda decida di investire sugli stessi mezzi di informazione la somma di 2.000 euro, il credito d’imposta sarà calcolato sui 1.000 euro aggiuntivi di spesa pubblicitaria, con la possibilità di recuperare fino a 900 euro.

SI RECUPERA FINO AL 90% DELL’INCREMENTO DI SPESA
L’aliquota del credito d’imposta può arrivare fino al 90% nel caso in cui le spese di pubblicità siano sostenute da microimprese, piccole e medie imprese (cioè aziende che non superino i 10 milioni di euro l’anno di fatturato e non abbiano più di 50 dipendenti) e start up innovative. Le aziende più grandi possono recuperare il 75% dell’investimento incrementale.

CONTATTACI
Investire in pubblicità oggi conviene. Per maggiori informazioni sul Bonus Pubblicità e sulle opportunità offerte dal nostro Gruppo Editoriale scrivi a: [email protected] oppure contattaci al 333 3799392