Bagno di folla per Alex Del Piero e Elena Santarelli a Gualdo Tadino

Letteralmente un bagno di folla quello che ha accolto a Gualdo Tadino Elena Santarelli e Alessandro Del Piero, ospiti dell’azienda Rocchetta e della città. Prima la visita allo stabilimento di via Flaminia, poi la presentazione in un teatro Don Bosco stracolmo, nel quale erano presenti anche 150 bambini delle scuole “Domenico Tittarelli” e “Bambin Gesù” che hanno accolto i due ospiti insieme alla stampa e a rappresentanti di aziende e associazioni.

Sul palco, dopo un video introduttivo, è stato il sindaco Massimiliano Presciutti a fare gli onori di casa, insieme a quattro dame vestite con gli abiti delle sartorie dei Giochi de le Porte, dei quali è stato proposto un filmato con suggestive immagini realizzato da Tiziano Fioriti. A premiare Alex Del Piero anche una rappresentanza dello Juventus Official Fan Club di Gualdo Tadino. Ad Elena Santarelli e al campione del mondo, omaggi anche dall’amministrazione comunale e dalle aziende locali Magliera Contigiani e Frantoio Loreti. Ha concluso il presidente dell’associazione Educare alla Vita Buona, Umberto Balloni, che ha brevemente illustrato le numerose attività svolte nell’oratorio. Presente tutto lo staff dirigenziale di Rocchetta guidato dall’amministratore delegato Maurizio Bigioni.

Allo stadio “Carlo Angelo Luzi” una tribuna centrale stracolma di circa 2000 spettatori ha applaudito l’ingresso in campo della coppia di testimonial. Ad accoglierli anche i ragazzi del Germoglio. Dopo il saluto al folto pubblico e le foto con tutti i ragazzi della scuola calcio Gualdo Casacastalda, recentemente insignita dalla Figc del titolo di “Scuola Calcio d’Elite”, durante un giro di campo nel quale sono state illustrate le varie attività del club, Del Piero e la Santarelli hanno risposto alle domande dei numerosi giornalisti presenti.

Una giornata che non si dimenticherà – ha detto l’ex capitano juventino – Calcisticamente ho lasciato l’Italia ormai da sei anni e ricevere grande affetto è motivo di grande orgoglio. Sono felice di assaporare, oltre ai soliti eventi a cui sono abituato, anche realtà come questa di Gualdo, un posto che assomiglia tanto a quello dove sono nato io. Mi ha fatto piacere conoscere in maniera approfondita quella che è l’organizzazione sportiva e anche la tradizione nella vostra bella festa (i Giochi de le Porte ndr). Questa è una terra caratterizzata dalla voglia di ricominciare e ho notato grande entusiasmo, passione e organizzazione. Faccio un grandissimo in bocca al lupo a tutti, perchè so che queste attività sono sempre impegnative e onerose. Quindi oltre ai tanti volontari, importantissimi, è importante il sostegno dell’azienda di cui io ed Elena siamo testimonial”.

Bello scoprire che una realtà piccola come Gualdo Tadino – ha detto Elena Santarelli – sia così piena di iniziative e di attività sportive che danno spazio a tanti ragazzi. Sono felice che Rocchetta provenga da qui. Siete veramente una bellissima realtà e guardate che non ce ne sono tante in Italia“.

Gualdo News ha seguito in diretta streaming l’intero evento e quello sotto è un riassunto della mattinata. Le foto sono di Edoardo Ridolfi.

[cycloneslider id=”del-piero”]

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Articolo precedente“Di vittoria in vittoria”. Al Talia lo spettacolo del gruppo “Abili speciali”
Articolo successivoMario Capanna presenta a Gualdo Tadino il suo ultimo libro “Noi tutti”
Redazione Gualdo News
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.