Premio Rocca Flea 2018, tutti i vincitori del concorso letterario

Il silenzio come atto di ribellione contro le convenzioni che riservano il potere agli uomini, oppure come esperienza di solitudine o condizione da superare per aprirsi al dialogo e all’ascolto dell’altro. E ancora: silenzio come disagio, o valore prezioso che caratterizza un luogo come la biblioteca.
Questi gli argomenti di alcune delle letture sul Silenzio, tema dell’edizione 2018 del premio letterario nazionale Rocca Flea di Gualdo Tadino.

A vincere il premio per la sezione adulti è stata la siciliana Maricla Di Dio Morgano (nella foto) con “Il freddo mondo di Rrona”. Secondi e terzi classificati Paolo Cattolico di Antibes (Francia), con “Il silente” e Lucio Aimasso di Cuneo con “Dio non fa il caffè”. Per la sezione giovani under 25 il primo premio è andato a “Il silenzio” della reatina Nicla Mencarelli.

La premiazione del concorso letterario, organizzato dall’Associazione Turistica Pro Tadino e dall’Accademia dei Romiti con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino, si è tenuta sabato scorso, 17 novembre, sul palco del teatro Talia. Ad accogliere finalisti e vincitori il sindaco Massimiliano Presciutti, il presidente della Pro Tadino Luciano Meccoli, il Rettore dell’Accademia dei Romiti Pierluigi Gioia, del Presidente del Rotary Club Paolo Fiore e il presidente della giuria del premio Rocca Flea Antonio Pieretti.

I vincitori, selezionati dal presidente Pieretti e dai giurati Giacomo Marinelli Andreoli, Sara Bonfili e Martina Coletti, si sono aggiudicati le opere in ceramica dell’artista gualdese Chiara De Megni, un soggiorno a Gualdo Tadino all’hotel Gigiotto e il volume “Il silenzio”, edito dall’Accademia dei Romiti, che raccoglie tutti i racconti selezionati. Al vincitore assoluto della sezione adulti è andato anche un premio di 500 euro. Finalisti e vincitori hanno inoltre potuto apprezzare le bellezze artistiche del nostro territorio grazie a un coupon omaggio del Polo Museale di Gualdo Tadino, che gli ha permesso di visitare tutti i musei della città.

Nel corso della premiazione brani dei racconti dei vincitori sono stati letti dall’attore Marco Panfili, accompagnato dal violoncello di Mauro Businelli e dalla chitarra di Alessandro Zucchetti. A presentare l’evento Priscilla Benedetti.

Il libro “Il silenzio” ha in copertina l’opera “Racconti del vento” dell’artista Luciano Ventrone e questa riflessione di Antonio Pieretti: “Il silenzio ricorre in tutte le culture, sia occidentali che orientali. Costituisce un’esperienza a cui nessun uomo sfugge. Ma, svincolando dalla dimensione temporale, si può forse più opportunamente identificare con una condizione dello spirito”.

Articolo precedenteMusica dal vivo al Museo dell’Emigrazione di Gualdo Tadino
Articolo successivoFranco Storelli, un convegno per conoscere meglio l’eroe gualdese
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.