Questa sera al teatro Don Bosco Ottavia Piccolo apre la Stagione di Prosa

Pubblicità

Questa sera alle ore 21 Ottavia Piccolo aprirà la Stagione di Prosa di Gualdo Tadino portando in scena al teatro Don Bosco “Occident Express”, un’odissea dei nostri giorni con una interpretazione straordinaria e un un intreccio insolito di parole e musica, con i musicisti che si muovono sulla scena intervenendo con gli strumenti come fossero voci di attori.

Lo spettacolo, scritto da Stefano Massini, racconta l’incredibile storia di una donna anziana di Mosul che nel 2015 si mise in fuga con la nipotina di 4 anni percorrendo in tutto 5.000 chilometri, dall’Iraq fino al Baltico, attraverso la cosiddetta “rotta dei Balcani”.

Occident Express è la cronaca di un viaggio. È il diario di una fuga. Occident Express è l’istantanea su un inferno a cielo aperto. Ma soprattutto è una storia vera, un piccolo pezzo di vita vissuta che compone il grande mosaico dell’umanità in cammino. Un racconto spietato fra parole e musica, senza un solo attimo di sosta: la terribile corsa per la sopravvivenza.

La musica suonata dal vivo dall’Orchestra Multietnica di Arezzo contribuisce a raccontare i mille luoghi attraversati dalla protagonista nel suo viaggio; la fantasmagoria di ambienti, climi, spazi diversi. “Questa storia mi aiuta a non voltare la testa dall’altra parte. Mi metto in cammino con Haifa e dopo non sarò più la stessa”, dice Ottavia Piccolo, che torna a calcare il palco del “Don Bosco” a distanza di poco più di un anno e mezzo, quando nel marzo 2017 portò in scena un altro lavoro di Stefano Massini, “Enigma”.