Jp Industries, via libera alla proroga della cassa integrazione straordinaria

Pubblicità

I lavoratori della Jp Industries potranno usufruire per un altro anno della cassa integrazione straordinaria. L’accordo, che ha visto al tavolo il Ministero, le Regioni Marche e Umbria, la proprietà i sindacati, alla presenza anche dei sindaci di Nocera Umbra e Gualdo Tadino, è stato raggiunto nella tarda mattinata di oggi al Ministero del Lavoro pe permettere all’azienda di “proseguire gli interventi di riorganizzazione” e riguarda complessivamente 636 dipendenti degli stabilimenti di Colle di Nocera Umbra e Fabriano.

L’ ammortizzatore sociale si affianca e procede in parallelo all’aumento di capitale deliberato dall’azienda e già concretizzato nel 2018, con un versamento di 3,3 milioni di euro. Con il proseguimento della cassa integrazione a zero ore con rotazione, nessun esubero si renderà necessario e, secondo l’accordo sottoscritto, tutti i lavoratori sospesi saranno reintegrati alla fine del periodo di Cigs. Inoltre, sono previste “iniziative di politica attiva concordate con le Regioni interessate, con la finalità di valorizzare il livello tecnico/professionale delle risorse umane e di facilitare il recupero occupazionale delle stesse al termine del periodo di Cigs”. Un nuovo tavolo al Ministero è previsto nelle prossime settimane per individuare il partner chiamato ad affiancare la Jp, della cui ricerca è stata incaricata Invitalia.