Lega: “A Poggio Sant’Ercolano situazione di disagio”

Pubblicità

C’è un ritardo inammissibile sulla sistemazione della strada provinciale 243 in prossimità della frazione di Poggio Sant’Ercolano“. A denunciarlo è la Lega che, con un comunicato stampa fa notare come siano passati ormai cinque anni dalla frana che ha compromesso la sicurezza della strada e causato disagi ai cittadini.

Solo ora è stato apposto il divieto di transito per i mezzi pesanti – dice il partito della referente locale Alessia Raponi – e questo ha aumentato a dismisura il disagio degli abitanti della frazione, che sono costretti a percorrere un tratto alternativo di strada per arrivare a Gualdo Tadino, creando evidenti problemi anche per il trasporto pubblico, fino alla raccolta dei rifiuti“.

La Lega lamenta l’assenza di interventi da parte dell’amministrazione comunale di Gualdo Tadino per risolvere la questione. “Solo in questi giorni – dice il partito del carroccio – il sindaco si è attivato, dopo i solleciti degli abitanti della zona, scrivendo alla Provincia di Perugia. Lo ha fatto in qualità di consigliere provinciale, chiedendo che la situazione venga risolta al più presto”.

Come già da tempo denunciato anche dal consigliere regionale Valerio Mancini, ci chiediamo come vengono effettivamente impiegati i 117milioni di euro che pagano i cittadini attraverso la tassa di circolazione, visto che le strade umbre sono un colabrodo dappertutto. Ci auguriamo che il sindaco di Gualdo Tadino abbia sollecitato già in passato l’ex Presidente della Provincia Mismetti e ci auguriamo che l’abbia fatto in qualità di Sindaco interessato ai problemi degli abitanti della sua città e non solo di consigliere provinciale, perché non ci si può preoccupare ed occupare della cosa pubblica soltanto in prossimità delle imminenti elezioni amministrative” – conclude la Lega.