“Soffiando nel vento”, l’opera prima di Marco Bisciaio al Don Bosco

Pubblicità

Esordio teatrale del giovane attore gualdese Marco Bisciaio con un’opera interamente scritta da lui. Mercoledì 17 aprile alle ore 21 al Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino la compagnia teatrale Arte&Dintorni porterà in scena lo spettacolo “Soffiando nel vento”. La pièce è un atto unico scritto interamente da Marco Bisciaio con la regia di Marco Panfili, prodotto dall’associazione culturale Arte&Dintorni.

E’ la storia di un ragazzo che è costretto a fuggire dalla sua terra, Kabul, devastata dalla guerra e dalla crudeltà umana dove i civili subiscono le conseguenze più gravi. Non ci è dato sapere il suo nome, il racconto è scorrevole, il ragazzo ormai uomo è seduto nella sua camera da letto e attraverso il ricordo e le sue emozioni ripercorre tutta la sua vita, dalla fuga fino ad oggi. Una storia con alti picchi di drammaticità, dove il protagonista torna ad immedesimarsi nel suo io passato e a provarne gli stessi sentimenti e le stesse emozioni. Le musiche sono dei maestri Marco Businelli e Michele Fumanti, con la partecipazione della ballerina classica Anastasia Paoletti.

“Una storia calata nel presente, dieci anni dopo la sua fuga – evidenzia Marco Bisciaio nel presentare lo spettacolo – L’attualità e il passato sono caratterizzati dalle musiche e dalle luci. Il protagonista parla dell’esperienza che vive nel Paese in cui è arrivato, senza dire quale. Non è un manifesto politico, ma di umanità che vuole far riscoprire una tematica in questo momento messa un po’ in secondo piano ma purtroppo sempre attuale come la guerra. “Soffiando nel vento” non è una storia di immigrazione, ma di emigrazione, che vuole calare lo spettatore nei panni di chi è costretto a lasciare la propria terra. Non è una storia vera, ma verosimile.”