La Proloco di Costacciaro ha festeggiato i suoi primi 50 anni

50 anni festa proloco di costacciaro

Quella di domenica è stata una serata in qualche modo storica per Costacciaro e la sua comunità. La Proloco di Costacciaro ha festeggiato il suo 50esimo anniversario della fondazione con una festa che ha visto prima una cena in piazza e successivamente la cerimonia di ringraziamento.

Un momento fortemente voluto dall’attuale consiglio che ha voluto ricordare tutti i presidenti, in rappresentanza di tutti i consigli, che in questi anni si sono dedicati all’associazione. La cerimonia è stata aperta con la proiezione di alcune immagini storiche che ritraevano i volontari e i momenti più importanti di questi 50 anni, come l’inaugurazione della “Casetta delle Associazioni”, voluta, costruita ed inaugurata proprio grazie alle proloco nel 2000.

Dopo il video l’intervento del giovane presidente in carica Riccardo Conti che, a tratti emozionato, ha fatto un resoconto di questi 50 anni e lanciato uno sguardo al futuro.

Siamo qui dopo 50 anni a celebrare la storia della proloco che fondamentalmente è la storia di tutto il paese. Abbiamo costruito negli anni una serie di eventi che sono diventati famosi in tutta la regione – ha detto – La proloco è il nostro patrimonio storico, culturale e sociale, e sarebbe un peccato che tutto in modo lento sfumasse.

L’intervento successivo è stato quello del Sindaco Andrea Capponi il quale, ha sottolineato l’importanza della proloco all’interno del paese.

La Proloco è importante perché svolge un ruolo di raccordo tra tutte le associazioni, è l’associazione più antica che in alcuni momenti si è sostituita al Comune nella promozione del territorio, e lo ha fatto egregiamente – ha sottolineato il primo cittadino – Voglio fare un ringraziamento speciale a chi in questi mesi ha messo a disposizione il materiale fotografico e video. 50 anni fa Costacciaro era un paese poco più che rurale, oggi siamo un paese diverso e le persone che abbiamo visto nel filmato hanno caratterizzato la nostra storia.

La cerimonia è quindi entrata nel vivo con la consegna delle targhe a tutti i presidenti, o loro familiari, che dal 1969 ad oggi hanno portato avanti l’associazione. A partire da Benedetto Simonetti uno dei soci fondatori che 50 anni fa hanno firmato l’atto costitutivo. Tra i premiati: Mileto Salvietti, Vincenzo Palazzari, Angelo Biagio Tommasoni, Pietro Palazzari, Alessandro Bellucci, Luciano Panetta, Roberto Ronca, Giuliano Scarabotta, Silvia Tommasoni, Gaetano Cianfichi, Giacomo Lungarotti, Caterina Paciotti e Lorenzo Morettini. Premi anche allo storico segretario David Martella, al sempre presente Graziano Gambucci e alla piccola Anita con il papà Alessio Pierotti che nei primi giorni di vita ha visitato proprio l’area delle feste.

Nel finale, prima della torta, il presidente Riccardo Conti, ha comunicato che, a seguito dei sopralluoghi effettuati dai membri della Commissione, dopo una lunga e accurata fase valutativa e di analisi, la Commissione appositamente nominata dall’UNPLI nazionale ha ritenuto di poter rilasciare il marchio “Sagra di Qualità” alla Sagra dei Bigoli e dei prodotti del Parco del Monte Cucco, organizzata dalla Pro Loco Costacciaro. La Sagra ha dimostrato di essere uno strumento importante di valorizzazione delle tipicità del nostro Paese, pertanto potrà meritevolmente fregiarsi del prestigioso marchio istituito dall’UNPLI che ha come obiettivo quello di premiare le realtà che più si impegnano nella promozione e tutela del territorio.

La cerimonia di consegna del marchio ‘Sagra di qualità’ si terrà lunedì 22 luglio al Senato della Repubblica.

Articolo precedenteCarlo Giustiniani nuovo presidente del Rotary Club di Gualdo Tadino
Articolo successivoUfficio anagrafe Gualdo Tadino: chiusura anticipata l’11 luglio
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.