Forza Italia torna a chiedere una Commissione Speciale sulla vicenda Comunanza-Rocchetta

Pubblicità

Forza Italia di Gualdo Tadino torna a chiedere la costituzione di una Commissione Speciale che si occupi della vicenda Comunanza Agraria – Rocchetta. La proposta era stata bocciata dal sindaco Massimiliano Presciutti durante il consiglio comunale aperto di martedì scorso citando Bettino Craxi: “Quando non si vuole affrontare un problema, si nomina una commissione”.

Per Silvia Minelli e Fabio Viventi, che sottolineano di aver ripreso in toto una proposta venuta dalla presidente del Consiglio Comunale durante la riunione della prima commissione consiliare dello scorso 24 luglio, dare vita a questo organismo sarebbe invece opportuno al fine di “permettere, in modo operativo e celere, un dibattito franco fra le parti.”

“Il nostro intento, quando abbiamo deciso di richiedere la convocazione della massima assise cittadina in forma aperta, è stato quello di far sì che tutti potessero partecipare e dire la loro; ascoltare direttamente i soggetti parte in causa e soprattutto cercare di tendere una mano per tentare ancora di trovare un punto di incontro necessario per uscire da questa fase di stallo che nuoce fortemente ad una città già duramente provata dalla morsa della crisi economica e produttiva”, evidenziano i due consiglieri di Fi.

“Da parte nostra, nell’esplicitare la nostra posizione come Forza Italia, abbiamo ribadito: l’importanza del ripristino dell’area della Rocchetta per l’immediata fruibilità di uno dei simboli cittadini, che deve necessariamente diventare nuovamente un punto di attrattività per i gualdesi e per i turisti; l’opportunità di verificare, a salvaguardia di tutti soggetti parte in causa nella vicenda, la sostenibilità
del bacino idrico
delle nostre sorgenti, con contestuale monitoraggio di quella di Santo Marzio; la constatazione che, senza un abbassamento dei toni aspri che da anni contraddistinguono le prese di posizione di Amministrazione e Comunanza Agraria, la risoluzione della vicenda non possa prendere una piega auspicabile per il bene di tutti i gualdesi”,
sottolineano Minelli e Viventi, che ribadiscono la volontà di mettersi a disposizione, senza arroccarsi su posizioni di bandiera, per aprire una finestra di dialogo tra Comunanza, Comune e Rocchetta, coinvolgendo la Regione.

Forza Italia di Gualdo Tadino rileva però come su questa vicenda vi sia il silenzio assordante della Regione, con l’assessore regionale assente al consiglio comunale aperto e il dirigente competente che non è intervenuto nel dibattito. Anche l’approvazione dell’ordine del giorno della maggioranza, con il quale si invita il Comune a richiedere alla Comunanza 8 milioni di euro di spese sostenute dall’Ente nel periodo di quiescenza, per Minelli e Viventi equivale ad accendere una nuova miccia.

“Per noi resta alto il dovere e la volontà di contribuire a sciogliere tutti i nodi di questa complicata vicenda, che vede in gioco la salvaguardia dell’ambiente cittadino ma, al tempo stesso, anche di un tessuto economico in forte difficoltà, manifestato dalla massiccia presenza di lavoratori alla seduta del Consiglio Comunale – conclude il gruppo consiliare di Forza Italia – E’ con questo spirito che rimarchiamo e richiediamo ufficialmente l’insediamento della Commissione Speciale, all’interno del quale possa svolgersi, in maniera operativa e celere, un dibattito franco e aperto tra tutte le parti in causa. Noi ci siamo.”