Dai canoni di concessione 130mila euro per il parcheggio di via Zoccolanti

Pubblicità

130.000 euro dalla Regione Umbria per la realizzazione del parcheggio pubblico presso l’ex Cava di Breccia in via Zoccolanti. Queste risorse arrivano dalla legge regionale che stabilisce che nei territori dove ricadono canoni concessori sulle aziende di imbottigliamento di acque minerali, una parte di questi vengano destinati ai Comuni per progetti di salvaguardia e riqualificazione ambientale.

Gualdo Tadino riceverà così ogni anno, dietro la presentazione di progetti mirati, intorno ai 150mila euro per la presenza nel proprio territorio di Rocchetta Spa.

“Questo ulteriore contributo economico deliberato dalla Regione Umbria  – ha sottolineato il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciuttiè estremamente importante per la città e per tutta la comunità gualdese perchè assume una duplice valenza. Da una parte serve a realizzare un nuovo parcheggio per i cittadini, dall’altra è un altro importante segnale concreto di come Rocchetta Spa sia un’azienda fondamentale per il nostro territorio. Attraverso il canone versato da Rocchetta nel 2018 adesso realizzeremo questa nuova opera pubblica. E in futuro il contributo che il Comune andrà ad incassare dall’azienda potrebbe essere ancora superiore. Me lo auguro, poiché significherebbe che la vicenda Rocchetta, bloccata da troppo tempo in modo assurdo da pochi soggetti, avrà finalmente trovato il lieto fine che tutta la comunità gualdese aspetta”.  

Soddisfazione anche da parte dell’assessore alla manutenzione e ai lavori pubblici, Fabio Pasquarelli. “Questo contributo servirà a finanziare un nuovo importantissimo parcheggio per la città. Un’opera pubblica che sorgerà in un punto strategico di Gualdo Tadino poiché l’ex Cava di Breccia in via Zoccolanti è uno snodo importante per il centro storico, situato a due passi, e rappresenta il primo punto di approdo per chi usufruisce della montagna. Un intervento che oltre a fornire più posti auto ai cittadini, servirà a riqualificare anche dal punto di vista ambientale una zona che necessitava di diverse azioni”.