A Gualdo Tadino arrivano i dirompenti colori di Paolo Ciabattini

Pubblicità

Archeologia, ceramica e dipinti che si fonderanno nel Museo di Casa Cajani di via Imbriani. Questo grazie a “Rifrazioni“, la personale dell’architetto e designer milanese Paolo Ciabattini che sarà inaugurata venerdì’ 6 settembre alle ore 17.00.

Un week end quindi all’insegna dell’arte quello in arrivo nella città della ceramica. Sabato verrà infatti inaugurata anche la mostra di Sergio Cavallerin al museo della Rocca Flea.

Patrocinata dal Comune di Gualdo Tadino, promossa dal Polo museale della città, la personale di Cavallini sarà inaugurata con gli interventi dell’assessore alla cultura Barbara Bucari e con letture di Alessandra Bensi.
A presentare le sue opere Catia Monacelli, curatore del progetto, che così definisce la singolare dimensione artistica di Ciabattini: “Vibrante ed intensa, in cui ogni gesto, ben calibrato con spatola e pennello, si trasforma sulla tela in un amalgama di materia e colore. Tutti i toni del blu e del rosso rubino sono uniti al bianco, illuminati dalla luce nella loro sintesi astratta. L’artista ha iniziato da giovanissimo a dipingere, trasportando nei suoi lavori la profonda conoscenza dei materiali utilizzati normalmente nel restauro e nel recupero di spazi architettonici. Nella serie ‘Rifrazioni’ la spazialità e profondità è data dalla luce e dai tocchi di bianco, di base un’omogeneità cromatica e di tratto che esprime la volontà di Paolo Ciabattini di dipingere un percorso di vita che racconta nuovi equilibri e mete ancora da raggiungere. Non c’è dramma e ansietà nelle sue tele, piuttosto l’approdo risolto ad un mondo interiore che testimonia una delicata armonia tra la realtà circostante e la sua percezione. È nel fluire di questa delicata narrazione che lo spettatore non può far altro che immergersi senza strappi, attratto dalla profondità dei suoi lavori”.

Paolo Ciabattini – laureato in Architettura e Design presso L’università San Raffaele. Specializzato in Interior Design presso l’Istituto Europeo di Design e in disegno e figura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Appassionato di arte nel cui ambito decide di approfondire le proprie conoscenze attraverso studi specifici e viaggi in Italia ed all’estero. Vive e dipinge a Milano dove è nato nel 1961.

La mostra resterà aperta per tutto il mese di settembre con ingresso libero, venerdì, sabato, domenica e festivi. Per informazioni è possibile contattare il numero 075.9142445 o scrivere a info@polomusealegualdotadino.it.