ESA, lotta serrata ai furbetti dei rifiuti. In arrivo ulteriori cassonetti

Pubblicità

Esa e Comune di Gualdo Tadino stanno ponendo in essere delle attività tese a favorire il cittadino nella differenziazione del rifiuto e colpire i cosiddetti furbetti dell’abbandono, coloro cioè che vanno a conferire in punti non consentiti.

Esa fa sapere che da un lato sta lavorando per la installazione di ulteriori cassonetti per la raccolta differenziata nelle zone non servite dal servizio porta a porta. Si tratta di circa il 20% del territorio comunale per lo più le frazioni delle zone collinari.
Dall’altro, in collaborazione con la Polizia locale e l’assessorato all’Ambiente e grazie alla collocazione di diverse fototrappole nel territorio, sono già state elevate delle multe individuando chi abbandonava rifiuti al di fuori dei cassonetti e delle zone dove è previsto il conferimento dei rifiuti stessi.

Tutto questo con i dati della raccolta differenziata – dicono da Esa – sostanzialmente buoni e certificati dalla regione Umbria. Infatti i primi sei mesi del 2019 hanno fatto registrare a Gualdo Tadino un dato di differenziazione pari al 66,9% contro il precedente 67,2%, quindi sostanzialmente invariato. Dall’analisi dei dati abbiamo accertato nelle zone servite dal porta a porta la differenziazione supera anche l’80%, mentre tale dato diminuisce in maniera drastica fino al 50% dove la raccolta avviene con il sistema dei cassonetti. Da qui la decisione di collocare ulteriori cassonetti per la raccolta differenziata nelle zone non servite dal porta a porta, in particolare le frazioni collinari. Saranno attivati maggiori controlli anche per quanto riguarda i conferimenti delle attività commerciali“.

Sono state anche attivate diverse telecamere in varie zone della città in collaborazione con la Polizia locale, che visiona i filmati ed eleva le sanzioni. Sono già una decina i cittadini gualdesi che sono stati sanzionati, perché colti dalle telecamere ad abbandonare rifiuti in zone dove non è consentito o al di fuori dei cassonetti.

L’invito che facciamo ai cittadini – conclude la nota stampa di Esa – è quello di utilizzare tutte le possibili soluzioni che Comune ed Esa mettono a disposizione per la raccolta dei rifiuti. Oltre al servizio porta a porta e ai cassonetti di prossimità, l’Esa ha attivo il proprio centro di raccolta dove è possibile conferire i rifiuti, compresi quelli provenienti da piccoli lavori edili casalinghi, tutti i giorni (lunedì e sabato la mattina, martedì mercoledì giovedì e venerdì  il pomeriggio)  in maniera gratuita. E’ attivo anche il servizio del ritiro presso l’abitazione dei rifiuti ingombranti in maniera gratuita dietro prenotazione“.