Giochi de le Porte, positivo il bilancio delle presenze

Provenienti da tutta Italia, ma anche da Francia, Germania, Polonia, Usa e Spagna, sono stati tanti i turisti che hanno affollato le vie del centro di Gualdo Tadino mescolandosi ai portaioli in questa 42° edizione dei Giochi de le Porte. Alberghi, agriturismi e altre strutture ricettive hanno registrato il sold-out, mentre numerosi sono stati i camperisti che hanno parcheggiato nell’area a loro dedicata in piazza Federico II.

Insomma un bel successo “frutto del lavoro in sinergia tra Comune di Gualdo Tadino, Polo Museale ed Ente Giochi de le Porte – recita un comunicato dell’ufficio stampa del Sindaco – che hanno promosso nel migliore dei modi le bellezze e le attrazioni della città, con un lavoro costante partito tempo fa“.

Il primo cittadino Massimiliano Presciutti ha espresso soddisfazione per la tante presenze e ha evidenziato come “la festa stia crescendo di anno in anno, così come i turisti che arrivano in città. Questo è il segno che si sta lavorando bene insieme per valorizzare al meglio le eccellenze che offre il territorio. Continueremo su questa strada per migliorarci ancora”.

Successo anche per i musei cittadini, segno che chi è arrivato in città ha effettuato anche un percorso culturale, oltre a quello tradizionale e gastronomico dei Giochi. Secondo i dati del Polo Museale sono stati centinaia i biglietti venduti per la visita alle strutture del circuito museale gualdese.

Dal punto di vista dell’accoglienza turistica, dell’incoming – ha detto l’assessore alla Cultura Barbara Bucaristiamo lavorando per poter promuovere il nostro territorio. Nel mese di Luglio abbiamo organizzato un raduno in collaborazione con il Camper Club ‘Tanta Strada’. Inoltre la città è stata promossa all’interno del Salone del Camper di Parma, l’evento più grande di settore che si tiene in Italia.

L’assessore Bucari evidenzia però come nonostante i numeri ottimi e confortanti ci sia ancora molto da lavorare da un punto di vista logistico, strutturale e organizzativo: “Mi riferisco alla comunicazione, al marketing territoriale e al coordinamento dell’offerta locale con quella regionale e di altre città limitrofe, ma anche alla creazione di nuove strutture ricettive. Gualdo Tadino dispone di 39 esercizi per un totale di 821 posti letto. Poi c’è il fenomeno dei privati che affittano appartamenti o camere su piattaforme dedicate. Ciò significa che intercettare i flussi diviene complesso. Soffriamo la mancanza di posti letto e la chiusura di una grande struttura (Le terre del Verde, ndr) che contava 4000 presenze annue. Detto questo possiamo ritenerci soddisfatti del bilancio di 3 giorni. Lo sforzo fatto dagli uffici comunali e dagli operai comunali è stato importante, così come quello degli operatori del servizio di pulizia urbana. Grazie anche al Polo Museale per l’organizzazione dimostrata dai musei e per aver coordinato l’organizzazione dei gruppi turistici. Infine un ringraziamento alla presidenza dell’Ente Giochi de le Porte per aver collaborato in modo efficiente e generoso alle attività di accoglienza“.

© ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Articolo precedenteNefrologia narrativa, premiati i medici della Usl Umbria 1
Articolo successivoA Gualdo Tadino tutti i colori dell’arte, nel fine settimana si inaugurano due nuove mostre
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.