Un itinerario sulla via dell’antica ceramica gualdese per le Giornate Fai

Pubblicità

Il Gruppo FAI di Gualdo Tadino, delegazione Umbria, in occasione delle giornate FAI di Autunno 2019 propone un percorso storico accompagnato, che si svolgerà in un’unica giornata domenica 13 ottobre.

In questa occasione verrà organizzato un itinerario storico-culturale attraverso la storia e la lavorazione della ceramica gualdese, ponendo l’accento sulla realizzazione a lustro o riverbero. Un percorso tra alchimia e artigianato incorniciato dalla storia della città.

Partendo dalla piazza principale, la prima tappa sarà presso il Museo “Opificio Rubboli”, che ospita negli antichi locali ottocenteschi un importante collezione di maioliche a lustro Rubboli che vanno dal 1878 agli anni ’60 del Novecento. Inoltre si potranno ammirare gli antichi forni a muffola risalenti al 1884.

Terminata la visita al museo si prevede una passeggiata attraverso i suggestivi vicoli di Gualdo dove si potranno ammirare le antiche mura Federiciane e la “Porta de Sotto”, antico ingresso alla città e fatta edificare da Federico II di Svevia nel 1242.

Questo affascinante percorso condurrà in Via Matteotti dove si visiterà la Ceramica Vecchia Gualdo, un laboratorio unico nel suo genere dove vengono ancora utilizzate tecniche antiche di preparazione delle terre oro e rubino, con miscele e procedimenti accurati che richiedono dalle 20 alle 50 ore di preparazione, e la tecnica di cottura a muffola utilizzata a Gualdo dalla famiglia Pascucci dal 1936. Qui inoltre verranno mostrati i procedimenti di lavorazione e decoro della ceramica a riflesso. La Vecchia Gualdo, attualmente in attività, è l’unica realtà dove vengono ancora utilizzate soggetti e tecniche antiche. Da 21 anni vanta l’onore e l’onere di realizzare il piatto, rappresentante le “tre grazie” che viene dato in omaggio alla vincitrice del concorso Nazionale di Miss Italia.

La passeggiata proseguirà sempre attraverso i suggestivi vicoli per arrivare nel centro della città dove si potrà liberamente visitare la Basilica Cattedrale di San Benedetto,
la Chiesa Monumentale di San Francesco che ospita la mostra “La stanza Segreta” e il Museo dell’Emigrazione. Verranno comunque forniti cenni storici della città.

Un itinerario quindi basato sulla principale attività economica e artistica che ha fatto conseguire a Gualdo Tadino il titolo di “Città della Ceramica”.

PROGRAMMA E ORARI
Ore 09:30 ritrovo presso il Museo Rubboli,
Ore 10:00 visita guidata
Ore 11:00 circa inizio passeggiata che si svolgerà attraverso i vicoli di Gualdo Tadino fino alla ceramica La Vecchia Gualdo.
Pausa pranzo al sacco.
Ritorno verso piazza dove chi vuole potrà visitare le varie mostre allestite e i monumenti. Il Polo Museale rimarrà aperto per tutta la giornata, con sconti per chi presenta la tessera FAI.
Per chi avesse perso la visita guidata al museo Rubboli ve ne sarà una seconda alle ore 15:00.