Progetto sicurezza diffusa, il bilancio del comune di Gualdo Tadino

Pubblicità

Si è concluso lo scorso 4 ottobre il “Progetto sicurezza diffusa”, che era iniziato nel mese di agosto e che ha visto protagonista il Comando di Polizia Locale di Gualdo Tadino. L’esigenza di dar corso a tale progetto era scaturita dal ridimensionamento del contingente numerico del personale del Comando di Polizia Locale a seguito del pensionamento di quattro agenti che non avrebbe consentito, in regime normale, di garantire servizi notturni ed extra.

Secondo l’ufficio stampa del Comune di Gualdo Tadino “il resoconto dei due mesi della durata del progetto è stato estremamente positivo. La presenza del personale della Polizia Locale nei fine settimana, ove maggiore è sia il traffico nelle vie principali nonché l’afflusso di gente in centro e in alcune serate contraddistinte da manifestazioni di rilievo, è stata dettata dalla necessità di trasmettere alla popolazione un senso di sicurezza unito all’attività istituzionale di prevenzione e repressione di fatti, comportamenti che tanto turbano la quiete e sicurezza della popolazione“.

Nel corso dei servizi notturni, svolti dalle ore 19 alle 1, il personale di Polizia Locale ha rivolto particolare attenzione al fenomeno dei furti nelle abitazioni soprattutto nelle aree esterne, mentre nel Centro Storico l’attività ha riguardato principalmente il rispetto dell’ordinanza rivolta ai Pubblici Esercizi sulla somministrazione di alcolici. Nello svolgimento di questa specifica attività sono state elevate sanzioni per mancato rispetto degli orari di chiusura dei pubblici esercizi, per asporto vetro e mancata autorizzazione di occupazione del suolo pubblico.

L’attività di prevenzione, unitamente all’ampliamento del sistema di videosorveglianza – continua la nota stampa – ha consentito di ridurre sensibilmente le concentrazioni di giovani nei vicoli che tanto disagio recavano alla quiete pubblica. Da non sottovalutare i servizi di Polizia Stradale che hanno consentito sia all’interno del Centro che fuori di accertare diverse infrazioni al Codice della Strada.
A conclusione di questo progetto c’è da rimarcare con soddisfazione che gli obiettivi fissati sono stati ampiamente raggiunti in considerazione soprattutto dell’apprezzamento manifestato dai cittadini che va ben oltre l’aspetto sanzionatorio, che comunque ha avuto il suo peso nel raggiungimento dei buoni risultati
“.

Ancora una volta – ha dichiarato il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti – si conferma come la sinergia fra operatori economici, Polizia Locale e Pubblica Amministrazione porti a risultati tangibili. Un ringraziamento particolare va al comando di Polizia Municipale che con spirito di sacrificio e dedizione ha svolto al meglio il compito che gli era stato affidato. Legalità e sicurezza continuano ad essere al centro dell’azione amministrativa“.

Il corpo dei Vigili Urbani sarà presto reintegrato delle quattro unità andate in quiescenza a seguito del concorso pubblico i cui termini scadono il prossimo 14 ottobre.