Gualdo Tadino di nuovo città rosa? Inviata la candidatura per il Giro 2021

Pubblicità

Il Giro d’Italia potrebbe tornare a transitare di nuovo in Umbria e soprattutto vedere protagonista nuovamente la città di Gualdo Tadino.

Dopo l’arrivo della tappa Penne-Gualdo Tadino del 15 maggio dello scorso anno e dopo un anno di assenza dall’Umbria (forse due, dati i rumors che riguardano il Giro 2020), nel 2021 potrebbe tornare ad essere ospitata dalla Città della Ceramica. L’amministrazione comunale ha infatti avanzato al direttore del Giro Mauro Vegni una doppia candidatura: per una tappa della corsa Rosa o per una della Tirreno-Adriatico 2021.

Dopo lo storico arrivo dell’anno scorso, che ha mostrato le bellezze del territorio in tutto il mondo, Gualdo Tadino proverà dunque di nuovo ad ospitare una delle gare ciclistiche più importanti a livello planetario, forte degli unanimi consensi ricevuti dall’organizzazione, dagli addetti ai lavori e dagli oltre duecento giornalisti di tutto il mondo presenti in città.

Portare una tappa del Giro d’Italia lo scorso anno a Gualdo Tadino dopo 101 anni di attesa – ha detto il sindaco Massimiliano Presciutti – è stato un sogno divenuto realtà per la nostra città e per la nostra gente. L’arrivo di tappa non è stato solo un grandissimo evento sportivo, ma una festa di popolo andata in onda in mondovisione, oltre a una grande opportunità turistica ed economica per le nostre attività ed il nostro territorio. Ci auguriamo di poter nuovamente essere protagonisti nel 2021. Gualdo Tadino è viva e pronta per affrontare nuove ed affascinanti sfide non solo sportive, perché tutto è difficile, ma nulla e’ impossibile. Soprattutto nulla avviene per caso, ma è il frutto di scelte coraggiose e lungimiranti”.