Intrappolato nelle Grotte di Frasassi, salvato dopo 18 ore dall’intervento del Soccorso Alpino

Pubblicità

Il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) è intervenuto in supporto ai colleghi delle Marche per estrarre uno speleogo, C.M. di 61 anni di Numana, infortunatosi e così rimasto bloccato all’interno delle Grotte di Frasassi nel complesso di Fiume Vento. L’uomo è stato estratto questa mattina intorno alle 10.

Per oltre 18 ore l’uomo è stato assistito dal personale sanitario del Soccorso Alpino e Speleologico, trovandosi in un punto particolarmente angusto, tanto che, per condurre la barella e portarla in superficie, sono state imprescindibili le più complesse tecniche speleologiche di recupero, alternando il trasporto manuale con l’utilizzo di corde e specifico materiale. L’uomo era in esplorazione insieme ad altri tre amici e si è infortunato ad un arto inferiore dopo una caduta, riportando una frattura.

Dopo essere stato stabilizzato, la barella con l’uomo è stata consegnata all’elisoccorso che lo ha trasportato all’ospedale di Ancona. In supporto al Soccorso Alpino e Speleologico Marche, oltre al Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) anche i servizi regionali di Abruzzo e Emilia Romagna.

DOPO 18 ORE, ESTRATTO VIVO LO SPELEOLOGO INFORTUNATOSI NELLE GROTTE DI FRASASSI Poco prima delle 10 di questa mattina, è stato estratto lo speleologo – C.M. di 61 anni di Numana – infortunatosi e così rimasto bloccato, all’interno delle Grotte di Frasassi nel complesso di Fiume Vento.Per oltre 18 ore, l’uomo è stato assistito dal personale sanitario del Soccorso Alpino e Speleologico, trovandosi in un punto particolarmente angusto, tanto che, per condurre la barella e portarla in superficie, sono state imprescindibili le più complesse tecniche speleologiche di recupero, alternando il trasporto manuale con l’utilizzo di corde e specifico materiale.Dopo essere stato stabilizzato, la barella con l’uomo è stata consegnata all’elisoccorso che lo ha trasportato all’ospedale di Ancona.In supporto al Soccorso Alpino e Speleologico Marche, oltre al Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) anche i servizi regionali di Abruzzo e Emilia Romagna.

Posted by Soccorso Alpino e Speleologico Umbria – CNSAS on Monday, 28 October 2019