Forza Italia: “Il consiglio comunale utilizzato solo per la conta delle mani”

Pubblicità

La settimana scorsa l’accusa da parte dei partiti di maggioranza consiliare ai colleghi della minoranza di essere “irrispettosi e inconsistenti”. Vari i motivi, “dalle assenza nei lavori consiliari, agli attacchi e alle prese di posizione personali sui social”. Critiche anche per il voto contrario al bilancio consolidato 2018.

Oggi Forza Italia risponde con una vera e propria lettera aperta alla maggioranza a firma dei consiglieri comunali Fabio Viventi e Silvia Minelli. Lettera che riportiamo integralmente.

“Cari colleghi della maggioranza, essere tacciati, in modo del tutto generalista, come irrispettosi ed inconsistenti nell’ultimo comunicato stampa lascia quanto meno sbalorditi. Prendere a pretesto l’assenza nell’ultima commissione consiliare, peraltro con assenza giustificata anticipatamente al presidente della stessa, appare un tentativo di ‘smuovere le acque’ nel mare piatto della politica della sinistra locale.

Intanto facciamo presente che il voto negativo al bilancio, come accade da sempre, anche quando all’opposizione vi era la sinistra, non si esprime sui conti. Perché ‘tenere i conti in ordine’ è un obbligo di legge da parte di ogni amministrazione. Si tratta di un espressione negativa sulla politica contenuta in esso, aspetto che è stato ampiamente motivato durante la discussione, non solo nella seduta nello scorso 30 ottobre, ma anche quando il bilancio consuntivo del 2018 ha subito il primo passaggio in consiglio nei mesi scorsi.

In secondo luogo, controbattendo la presunta assenza di spirito propositivo, si ricorda che nei mesi scorsi la maggioranza ha pensato bene di votare negativamente due proposte provenienti da chi scrive: dapprima la possibilità di avere una rappresentanza della minoranza all’interno del direttivo dell’EASP; in secondo luogo di poter discutere ampiamente la tematica relativa all’area Rocchetta all’interno di una commissione speciale appositamente creata.

In ultima battuta invece, ci sentiamo di sposare appieno l’appello delle forze di maggioranza ad una maggiore partecipazione della cittadinanza ai consigli comunali. Sarebbe l’occasione ideale per far prendere coscienza di quanto la massima assise cittadina sia utilizzata solamente per la conta delle mani alzate piuttosto che come luogo di confronto delle tematiche della nostra amata Gualdo. Proprio l’ultima seduta ne è la dimostrazione: come accade quasi sempre, infatti, abbiamo assistito al silenzio del Sindaco durante il punto in cui chi amministra la città dovrebbe informare il Consiglio sugli argomenti caldi in via di sviluppo. Dopo le roboanti notizie a mezzo stampa, infatti, abbiamo sollevato l’appunto di come nessuna notizia fosse data in Consiglio Comunale a proposito dell’interesse manifestato dalla multinazionale Loacker a poter sviluppare progettualità sul territorio della fascia appenninica.
Solo dietro sollecitazione, il Sindaco è intervenuto, seguito dall’assessore allo Sviluppo Economico, solamente per dare informazioni di contorno, rimandando ad un ipotetico incontro pubblico che avverrà nelle prossime settimane. Della serie, intanto informatevi su Facebook, poi vi faremo sapere.

Comprendiamo come, a pochi mesi dalla sua rielezione, il Sindaco ormai abbia dirottato la sua attenzione sulle sorti del suo partito, mettendo in secondo piano il destino della propria Città. E non siamo solo noi a dirlo, sono i dati, sempre più allarmanti sul fronte demografico che economico, ad avvalorare quanto affermiamo da tempo. Ma prendiamo a prestito gli aggettivi espressi dalla sua maggioranza per sottolineare l’inconsistenza della sua politica e la totale mancanza di rispetto di quello che deve contraddistinguere il lavoro in Consiglio Comunale”.

Fabio Viventi – Silvia Minelli (consiglieri comunali Forza Italia)