Rigali, la Comunanza restaura fontanile e rifugio. Sabato l’inaugurazione

Pubblicità

Sabato 30 novembre alle ore 15, presso il fontanile di Rigali in località Sascupo, verranno inaugurati i restauri dello storico fontanile, manufatto del 1899, e il rifugio “San Pietro”, opera della Comunanza Agraria Appennino Gualdese ed edificato intorno al 1970 grazie alla manodopera gratuita degli abitanti di Rigali e Petroia, e che viene utilizzato ancora oggi in occasione della festività di San Pietro.

Alla cerimonia saranno presenti Carlo Biagiotti, presidente dell’Associazione Turistica Pro Rigali, il parroco della frazione, padre Pio Spigarelli, e rappresentanti della Comunanza Agraria, ente che ha curato il recupero e il restauro dei due manufatti oltre alla sistemazione e pulizia dell’area, con gli interventi iniziati lo scorso 5 agosto.

Oltre al restauro e pulizia della fontana e delle vasche, è stata restituita allo storico fontanile la piena operatività grazie al ripristino delle condotte dell’acqua, che ora sgorga dalle cannelle così come impresso nella memoria dei rigalesi meno giovani.

“Fontanile e rifugio San Pietro infatti fanno parte di quegli usi e consuetudini della comunità locale, di cui si stava perdendo la memoria nel tempo, e che la Comunanza Agraria intende invece valorizzare nel contesto di un più ampio progetto di riappropriazione della memoria e della responsabilità verso le proprietà collettive, la montagna e più in generale dell’ambiente di cui tutti, insieme, siamo i primi custodi”, sottolinea la Comunanza Agraria Appennino Gualdese, che invita i gualdesi a partecipare.

Durante la cerimonia di inaugurazione sarà servito un piccolo rinfresco a tutti i presenti.