Presepe napoletano, ultimi giorni per visitare la mostra. Con lo sconto!

Si avviano a conclusione le mostre che sono state protagoniste presso la Chiesa monumentale di San Francesco a Gualdo Tadino. C’è tempo fino a lunedì 6 gennaio, per scoprire “Il presepe napoletano. Storia, segreti e tradizione” e “La stanza segreta. Capolavori della figurazione contemporanea dalla Collezione Massimo Caggiano”, a cura di Vittorio Sgarbi e Cesare Biasini Selvaggi, promosse dal Polo Museale della città e dal Comune di Gualdo Tadino. 

Per l’occasione il week end sarà a costo dimezzato. Con soli 3 euro si potranno ammirare le collezioni dell’intero circuito museale cittadino (5 musei) ed un numero cospicuo di opere d’arte (pastori, animali, nature morte), frutto della manualità e dell’estro creativo degli artisti, artigiani e modellatori napoletani del Settecento, provenienti dal Polo Museale della Campania e custoditi nelle collezioni della Certosa e Museo Nazionale di San Martino. I manufatti presenti a Gualdo Tadino sono stati concessi in prestito, vista la loro estrema delicatezza, soltanto un’altra volta nel 2011 per fare mostra di sé a Mosca e dal 7 gennaio torneranno tra le collezioni in permanenza del museo napoletano.

Ad arricchire il percorso, una ulteriore sezione con opere novecentesche e contemporanee provenienti da collezioni private: si tratta dei manufatti della storica Bottega Ferrigno, sita in via San Gregorio Armeno. Dal 1836 i Ferrigno sono maestri dei pastori in terracotta e dalle loro mani la materia è modellata con grande maestria: pastori, scenette, particolari famosi ispirati agli storici presepi, rivivono unendo idealmente la grande arte del passato ai giorni nostri.

Ultima occasione, come specifica Vittorio Sgarbi raggiunto al telefono “per visitare La stanza segreta, che consente di ammirare una strepitosa selezione di capolavori, il fior fiore della Collezione Massimo Caggiano, una delle raccolte d’arte contemporanea più significative e rappresentative soprattutto per l’Italia degli ultimi trent’anni di pittura e scultura d’immagine, sia per la qualità delle opere scelte sia per l’ampiezza del panorama artistico, anche internazionale, che vi è documentato”.

Per informazioni è possibile visitare il sito www.polomusealegualdotadino.it o contattare il numero 075.9142445.

Articolo precedentePrimo giorno del 2020, ecco il bollettino della Asl Umbria 1
Articolo successivo“Correre Verso Nuovi Orizzonti”, km. di solidarietà per sostenere l’Unitalsi
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.