Telefonate a nome dell’Unitalsi, ma è un tentativo di truffa

Pubblicità

In questi giorni stanno arrivando nelle case di gualdesi alcune telefonate chiedendo soldi a nome dell’Unitalsi. Ma è la stessa sottosezione gualdese, attraverso il presidente Daniele Anastasi, ad avvertire che si tratta di un tentativo di truffa.

“Mi è stato segnalato che diversi cittadini sono stati contattati telefonicamente con la richiesta di un contributo a favore dell’Unitalsi per l’acquisto di un pulmino – dice Anastasi – Nessuno dell’Unitalsi ha mai fatto queste telefonate né è stato autorizzato a farlo. Siamo di fronte a un tentativo di truffa. È vero che l’Unitalsi gualdese ha attivato un progetto per l’acquisto di un pulmino da nove posti attrezzato per il trasporto dei malati, ma non chiede contributi telefonicamente.”

Infatti per il finanziamento dell’automezzo una parte della somma necessaria è coperta da un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, mentre per il restante la stessa Unitalsi si sta attivando anche attraverso il sostegno di altre associazioni, ma non con richieste telefoniche di versamenti in denaro.

“Ai gualdesi diciamo di non cadere preda dei tentativi di truffa – avverte ancora Anastasi – Chi vuole sostenerci può contattare il sottoscritto o inviare una mail all’indirizzo sottosezione.gualdotadino@unitalsi.it”.