Perugia-Ancona, la fine lavori slitta a dicembre 2020

Pubblicità

Slitta ancora la conclusione dei lavori sulla Perugia-Ancona. Da ormai molti, troppi mesi, percorrere i 13 chilometri da Fabriano (Albacina) a Serra San Quirico è un calvario (si viaggia intorno ai 40 km/h) e a nulla è valsa neanche la promessa del premier Giuseppe Conte fatta lo scorso anno, quando diede appuntamento ad aprile 2020 per la fine dell’opera, alla quale comunque manca il raddoppio delle gallerie di Casacastalda.

Tutto è stato a spostato a dicembre di quest’anno (nella speranza che sarà poi questa la data definitiva), con in mezzo l’apertura a luglio del tratto Albacina-Galleria Sassi Rossi di 3,5 km.

L’ennesimo cronoprogramma è stato comunicato da Quadrilatero a Confindustria Marche Nord durante un incontro dello scorso 6 febbraio nel quale è stato reso noto che entro 4-5 mesi dovrebbe essere inaugurato il primo tratto, tra Fabriano e Matelica, della Pedemontana.

I rappresentanti marchigiani di Confindustria hanno evidenziato ai vertici di Quadrilatero il forte disagio e le gravi difficoltà nel trasporto merci, oltre alla problematica del pagamento alle aziende umbre e marchigiane delle commesse da parte di Astaldi. Al riguardo l’assemblea dei creditori è prevista per il 23 marzo prossimo.  

Articolo precedenteRocchetta, la Regione ricorrerà ma si propone come mediatore. Monacelli: “Ok, ma le sorgenti sono uso civico”
Articolo successivoCaos Porta San Benedetto, 12 iscritti contro il Priore. Il direttivo si oppone
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.