Risveglio con la neve di primavera per la Fascia Appenninica

Pubblicità

Risveglio imbiancato per la Fascia Appenninica tre giorni dopo l’inizio della primavera. Come avevano anticipato le previsioni meteorologiche, dalle prime ore di questa mattina è iniziata a cadere la neve su diverse città dell’Umbria fino a quote basse, principalmente nella parte nord-orientale della regione, oltre che nelle zone adriatiche.

A Gualdo Tadino oggi nubi in progressivo aumento con nevicate, sono previsti 3.9 cm di neve. Durante la giornata di oggi la temperatura massima registrata sarà di 4°C, la minima di -1.2°C, lo zero termico si attesterà a 541m. I venti saranno al mattino moderati e proverranno da Nord-Nordest, al pomeriggio moderati e proverranno da Nord-Nordest.

L’irruzione di aria fredda di matrice russo siberiana appena giunta sull’Italia avrà conseguenze importanti fino alla fine del mese. In una prima fase, quella attuale avremo temperature molti gradi sotto media e precipitazioni nevose fino a bassa quota, in una seconda fase lo sprofondamento della massa fredda nell’entroterra tunisino richiamerà aria più mite verso nord e darà luogo alla formazione di un vortice di bassa pressione che dal Mar Libico risalirà verso lo Ionio e si posizionerà all’incirca sull’Italia meridionale.

Questo vortice avrà modo di portare ancora maltempo sull’Italia soprattutto centro meridionale tra i giorni 26 e 27 marzo ma le temperature pur restando ancora leggermente sotto media risaliranno da nord a sud (fonte Ansa/3B Meteo).