Malattie neuro-degenerative, Amaned attiva un supporto psicologico

Gli eventi di questi ultimi mesi, che hanno sconvolto il mondo, hanno sicuramente reso più fragili quelle categorie che erano già costrette a vivere situazioni di grande difficoltà. Le persone affette da patologie neuro-degenerative si sono ritrovate a non poter trovare nessuno spazio alternativo alla propria abitazione a causa dell’inevitabile isolamento sociale.

Insieme a loro i caregivers, nella maggior parte dei casi rappresentati dai familiari più stretti, hanno vissuto e stanno vivendo questo momento così delicato, molto spesso senza alcun supporto fisico ma soprattutto psicologico.

In concomitanza con l’inizio della Fase 2, l’Associazione Malattie Neuro-Degenerative A.Ma.Ned., visto il protrarsi di questa complessa emergenza sanitaria e sociale, ha deciso di attivare un servizio di supporto psicologico del quale potranno usufruire pazienti, caregivers e familiari.

Grazie alla collaborazione con la psicologa Federica Cello, sarà attivo un servizio di supporto psicologico h24 attraverso una linea telefonica diretta che garantirà la privacy dell’utente. Il numero A.Ma.Ned. a cui rivolgersi è 328.2892616.

“Siamo sempre più convinti che solo attraverso azioni atte al sostegno, alla comprensione e all’informazione potremo fronteggiare l’isolamento di queste categorie così fragili, che in questa situazione, inevitabilmente lo sono diventate o rischiano di diventarlo ancora di più”, sottolinea il consiglio direttivo di A.Ma.Ned.

A.Ma.Ned. nasce nel 2015 dall’incontro tra pazienti, familiari e non solo. Uno scambio di idee ed esperienze ha evidenziato la mancanza di un punto di incontro/appoggio per reperire e scambiarsi informazioni. Questa necessità, ritenuta importante da coloro che si trovano coinvolti in vario modo in queste realtà, hanno portato a dar vita all’associazione per creare sul territorio un punto di riferimento.

Articolo precedenteProgetto RETE!, al via videoconferenze con i genitori degli studenti
Articolo successivoCovid-19: un positivo su 1.435 tamponi, ma anche un altro decesso
Marco Gubbini
Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria. Ex direttore artistico di Radio Tadino (1985-1986), ideatore e curatore di programmi televisivi giornalistici delle emittenti Rete7 (1985-1990) e TV23 (2003-2006). Esperienze varie come corrispondente di varie pubblicazioni, fra cui Calcio Perugia (2005), La Voce di Perugia (2006-2007). E' stato collaboratore dell’agenzia di stampa Infopress (2004-2012), ha scritto articoli per testate quali Il Giornale dell’Umbria, La Nazione, Il Corriere di Romagna, Il Sannio, Il Crotonese, Il Corriere di Forlì, La Nuova Ferrara. Iscritto all’Associazione Italiana Reporter e Fotografi dal 2009. Coideatore e curatore del sito gualdocalcio.it (1998-2012) e gualdocasacastalda.it (dal 2013 al 2016). Addetto stampa del Gualdo Calcio in serie C e altre categorie (dal 2004 al 2012) e del Gualdo Casacastalda in serie D (dal 2013 al 2016). Segretario dell’Ente Giochi de le Porte di Gualdo Tadino dal 2014 al 2017. Componente della redazione dei periodici Il Nuovo Serrasanta e Made in Gualdo. Autore del libro "Libera, ma Libera Veramente" (edizioni Eta Beta, 2021).