Due positivi in Umbria, otto dimessi dagli ospedali. 36 test a Gubbio, tutti negativi.

Pubblicità

Due contagiati in più in Umbria su 1.253 tamponi eseguiti, sette nuovi guariti e otto dimessi dagli ospedali. Questo il quadro alle 8 di stamattina nella nostra regione relativamente all’epidemia da coronavirus.

Complessivamente 1.429 persone (+2) in Umbria sono risultate positive al virus Covid-19. Gli attualmente positivi sono 76 (-5). I guariti sono 1279 (+7); risultano 15 clinicamente guariti (invariato). Nessun decesso nelle ultime 24 ore.

Dei pazienti positivi attualmente sono ricoverati in 19 (-8); di questi 2 (invariato) sono in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 499 (-13), sempre alla stessa data risultano 21.242 (+354) persone uscite dall’isolamento. Nel complesso, entro le ore 8 del 21 maggio, sono stati effettuati 60.455 tamponi (+1253).

Intanto sono 36 i cittadini di Gubbio che, dopo l’identificazione a seguito degli assembramenti del 15 maggio, hanno effettuato i test sierologici e il tampone molecolare al Distretto dell’Usl Umbria 1 per rilevare la positività al Covid: tutti i 36  eugubini sono risultati negativi ad entrambi i test. Lo ha comunicato l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto.

“Fortunatamente – afferma l’assessore – al momento la situazione a Gubbio è sotto controllo e i risultati dello screening lasciano ben sperare. Ad ogni modo, è importante far presente ancora una volta a tutti i cittadini che il rispetto delle regole, prima tra tutte proprio quella del distanziamento sociale, non può essere assolutamente trascurato visto che, in momenti di emergenza sanitaria, comportamenti sbagliati mettono a rischio la salute di tutta la comunità”.

L’Usl Umbria 1 ricorda che il monitoraggio è ancora in corso e che la positività al test sierologico indica che si è venuti a contatto con il virus, mentre solo il tampone molecolare può stabilire l’attuale positività e contagiosità in merito al Covid-19. In questa fase i test sierologici hanno una loro utilità in quanto l’esito negativo è indicativo per valutare la circolazione virale in un contesto territoriale.  

L’Usl1 invita ancora un volta i cittadini che il 15 maggio a Gubbio si siano trovati all’interno degli assembramenti di contattare il Nus al numero 800 63 63 63, oppure inviare un’email al servizio prevenzione della Usl Umbria 1 all’indirizzo prevenzione@uslumbria1.it o a contattare il servizio Igiene e sanità pubblica del distretto Alto Chiascio al numero 075 9239506 /620 fornendo il proprio nominativo per avviare le procedure per i necessari test.