Scalatori salvano due cagnoline intrappolate alla Rocchetta

Pubblicità

Due climbers gualdesi, Arnaldo Polidoro e Michele Gatti, insieme al veterinario Emanuele Biscontini la notte scorsa hanno salvato due cagnoline rimaste intrappolate sopra una recinzione paramassi poco sopra il sentiero della Rocchetta.

La vicenda l’ha raccontata su Facebook proprio il dottor Biscontini, che ha anche realizzato il video del recupero: “Se non fosse stato tutto dannatamente vero, stasera sembrava di essere dentro uno di quei famosi spot anni ’80 dell’amaro del veterinario per eccellenza – ha commentato – Due climbers del gruppo RABO di Gualdo Tadino, tornando da una mattinata di arrampicate sentono guaire due cani poco sopra il sentiero della Rocchetta; non gli danno troppa importanza, in fondo magari potevano essere lì con i proprietari. Altri arrampicatori però, verso le 21 continuano a sentire i cani abbaiare sullo stesso posto. Parte subito il mini allarme prima sul gruppo Whatsapp dell’associazione e poi su Facebook, ma nessuno si fa avanti per denunciarne la scomparsa. I due espertissimi climbers allora, Michele Gatti e Arnaldo Polidoro, mi chiamano e partiamo per questa meravigliosa avventura: gustatevela fino in fondo, l’uomo a volte dimostra di avere ancora un cuore grande.”

Recupero due segugi femmina bloccate sopra la rocchetta, a Gualdo Tadino.

Se non fosse stato tutto dannatamente vero stasera sembrava di essere dentro uno di quei famosi spot anni '80 dell'amaro del veterinario per eccellenza. Due climbers del gruppo RABO di Gualdo Tadino oggi, tornando da una mattinata di arrampicate sentono guaire due cani poco sopra il sentiero della Rocchetta; non gli danno troppa importanza, in fondo magari potevano essere lì con i proprietari. Altri arrampicatori però, verso le 21 continuano a sentire i cani abbaiare sullo stesso posto. Parte subito il mini allarme prima sul gruppo wa dell'associazione e poi su Facebook, ma nessuno si fa avanti per denunciarne la scomparsa. I due espertissimi climbers allora, Michele Gatti e Arnaldo Polidoro mi chiamano e partiamo per questa meravigliosa avventura: gustatevela fino in fondo, l'uomo a volte dimostra di avere ancora un cuore grande.

Posted by Ambulatorio Veterinario San Francesco on Sunday, 7 June 2020

Adesso, dopo essere state visitate e rifocillate dal dottor Biscontini, le due cagnoline stanno bene, ma non avendo il microchip non si può risalire al proprietario. Così, se nessuno si presenterà in ambulatorio, saranno destinate al canile. Le cagnoline possono però essere adottate, così che questa storia possa avere un lieto fine.