Cento giorni ai Giochi de le Porte, da domani il conto alla rovescia

Domani, venerdì 19 giugno, mancheranno 100 giorni ai Giochi de le Porte. Un appuntamento che solitamente veniva festeggiato con la tradizionale cena di tutti i Portaioli riuniti in un’unica piazza a salutare l’arrivo del periodo più intenso per il mondo dei Giochi.

Quest’anno l’attuale situazione legata all’emergenza Coronavirus ha annullato questo appuntamento che si concludeva con la collocazione dei numeri sul terrazzo del palazzo municipale che con il conto alla rovescia scandiscono l’avvicinarsi del Palio di San Michele Arcangelo.

L’Ente Giochi ha deciso di continuare la tradizione e domani alle 18.30 la presidente dell’Ente Cinzia Frappini e il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti, insieme ai priori delle quattro Porte collocheranno il numero 99 sul terrazzo.
Il tutto in attesa di conoscere il futuro dei Giochi de le Porte nell’anno del coronavirus, alla luce delle normative dell’emergenza da qui alla fine di settembre.

La ricorrenza dei 100 giorni significa anche l’avvio di un progetto dell’Ente dal titolo “Giochi 2020 – Alla ricerca delle radici”. Da venerdì alle 21, ogni lunedì, mercoledì e venerdì, verranno pubblicati sui canali Youtube e sui social dell’Ente i filmati delle precedenti edizioni dei Giochi, dal 1987 a oggi, con l’aggiunta del 1985 e alcuni rari filmati.

Sono state infatti digitalizzati i VHS dei Giochi de le Porte delle vecchie edizioni, grazie all’archivio messo a disposizione da Giacomo Pericoli. I video sono stati lasciati nella loro interezza, con i commenti originali e le pubblicità originali, anche di molte aziende che non ci sono più, proprio per permettere anche la contestualizzazione del periodo in cui si teneva l’edizione.

Il primo ad essere pubblicato sarà un filmato girato con una cinepresa amatoriale negli anni 1979 e 1980 da Massimo Viventi, una delle rare testimonianze di quelle primissime edizioni, anni in cui non esistevano ancora le emittenti private Rete 7 e Gualdo Tv 23. Un altro filmato è relativo all’edizione 1994 dei Giochi dei Piccoli, quelli che si svolgevano in maniera autogestita intorno alla chiesa di Santa Chiara. Anche in questo caso filmati noti a pochi che, come i precedenti, faranno affiorare molti ricordi di quel periodo.
Da lunedì 22 giugno partirà poi la pubblicazione su Youtube e Facebook dei filmati delle edizioni a partire dal 1985 fino al 2019, in un lento scandire dell’avvicinamento dell’edizione 2020 dei Giochi de le Porte.

Articolo precedenteGualdo Futura: “La giunta Tesei piomba nel medioevo”
Articolo successivoEstate 2020: ecco come cambia la viabilità a Gualdo Tadino dal 21 giugno
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.