Fabriano e Gualdo Tadino: “Orte-Falconara strategica. Il Governo lo ha capito”

Finalmente il Governo sembra aver imboccato la strada definitiva nei confronti del raddoppio della ferrovia Orte-Falconara“. Lo dicono i sindaci di Fabriano e Gualdo Tadino Gabriele Santarelli e Massimiliano Presciutti in un comunicato stampa congiunto .

“Dopo tanti e troppi anni di incertezze e fantascientifiche ipotesi di varianti, rispetto al tracciato naturale e più strategico ed utile per Umbria e Marche, c’è ora la possibilità di collegare le due Regioni agli Hub strategici di Roma ed Ancona con treni ad alta velocità” dicono i due primi cittadini. Molto positivo è il fatto che Umbria e Marche si siano mosse fin da subito per cercare di imprimere un sostanzioso cambio di passo, al fine di ottenere gli adeguati finanziamenti entro il prossimo anno 2021″.

Santarelli e Presciutti auspicano ora una spinta propulsiva per fare in modo che un progetto fermo da troppi anni possa finalmente partire, garantendo anche alle Aree Interne di essere adeguatamente collegate.

“Le nostre municipalità hanno sempre sostenuto la valenza strategica del raddoppio della linea ferroviaria Orte-Falconara – si legge nella nota stampa – Un vero e proprio volano con un potenziale di forte sviluppo sia per il trasporto delle persone, sia per le attività economiche di tutto il territorio. L’obiettivo da raggiungere il prima possibile è quello di concretizzare le intenzioni che il Governo ha espresso negli ultimi giorni con atti formali, che impegnino Stato, Regioni e Comuni interessati al raddoppio ad un lavoro sinergico dal quale sicuramente noi non ci sottrarremo, ma anzi dichiariamo fin da subito la nostra disponibilità ad essere attori protagonisti, per quanto di nostra competenza”.

“Oggi più che mai il Paese, ed i nostri territori in particolare, hanno bisogno di infrastrutture moderne e fruibili al servizio di cittadini ed imprese. Quella che abbiamo di fronte è un’opportunità che Umbria e Marche e tutti i comuni interessati alla costruzione di questa opera non possono farsi sfuggire” – concludono i sindaci di Fabriano e Gualdo Tadino.

© GUALDO NEWS

Articolo precedenteEstate Gualdese, la prossima settimana il calendario degli eventi
Articolo successivoCento anni dalla morte di Roberto Calai, il più grande benefattore di Gualdo Tadino
Marco Gubbini
Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria. Ex direttore artistico di Radio Tadino (1985-1986), ideatore e curatore di programmi televisivi giornalistici delle emittenti Rete7 (1985-1990) e TV23 (2003-2006). Esperienze varie come corrispondente di varie pubblicazioni, fra cui Calcio Perugia (2005), La Voce di Perugia (2006-2007). E' stato collaboratore dell’agenzia di stampa Infopress (2004-2012), ha scritto articoli per testate quali Il Giornale dell’Umbria, La Nazione, Il Corriere di Romagna, Il Sannio, Il Crotonese, Il Corriere di Forlì, La Nuova Ferrara. Iscritto all’Associazione Italiana Reporter e Fotografi dal 2009. Coideatore e curatore del sito gualdocalcio.it (1998-2012) e gualdocasacastalda.it (dal 2013 al 2016). Addetto stampa del Gualdo Calcio in serie C e altre categorie (dal 2004 al 2012) e del Gualdo Casacastalda in serie D (dal 2013 al 2016). Segretario dell’Ente Giochi de le Porte di Gualdo Tadino dal 2014 al 2017. Componente della redazione dei periodici Il Nuovo Serrasanta e Made in Gualdo. Autore del libro "Libera, ma Libera Veramente" (edizioni Eta Beta, 2021).