“Il filo della speranza”, in un libro i racconti di Gubbio ai tempi del coronavirus

Pubblicità

Sabato 20 giugno verrà presentato il libro “Il filo della speranza – Storie al tempo del coronavirus”, del giornalista Massimo Boccucci e dell’avvocato Tiziana Zeppa (editore Infopress), con 39 racconti eugubini raccolti in 18 capitoli e 170 pagine tra vita vissuta ed eventi legati al periodo della clausura.

La pubblicazione verrà presentata al pubblico a Gubbio domani, alle ore 11, nella Sala Consiliare di Palazzo Pretorio residenza municipale, con la presenza del sindaco Filippo Mario Stirati, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria Roberto Conticelli vicecaporedattore de La Nazione che ha curato la prefazione, il giovane Francesco Rosini che ha disegnato l’immagine di copertina e i protagonisti delle storie raccontate. Moderatore il giornalista Giacomo Marinelli Andreoli. Ingresso libero consentito nel rispetto delle misure di sicurezza legate al Covid-19.

«Nel periodo più difficile ci è sembrato – evidenziano gli autori – che lo scorrere dei giorni senza poter commentare ciò che accadeva intorno a noi, ci facesse perdere il sano gusto di chiacchierare in piazza o al bar, di chiosare e criticare ciò che stava accadendo senza che molti ne avessero la consapevolezza».

Roberto Conticelli sottolinea nella prefazione come «lo scorrere delle storie rimanda in sequenza volti di uomini e donne e, nel contempo, squarci di città, la meravigliosa Gubbio. E’ l’inequivocabile segnale del bello: quando le parole diventano pellicola, infatti, l’opera letteraria scorre d’un fiato e traccia il vero tanto profondamente da fissarlo a pronta presa nella coscienza del lettore».

Massimo Boccucci, classe 1964, è alla sua prima pubblicazione. E’ direttore responsabile dell’agenzia giornalistica Infopress, firma de Il Messaggero e del Corriere dello Sport-Stadio. E’ docente di un corso di giornalismo al Polo Liceale “Giuseppe Mazzatinti” di Gubbio. Nella Repubblica di San Marino è direttore responsabile del quotidiano La Serenissima, è responsabile della comunicazione del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese e collabora con l’emittente San Marino Rtv consociata Rai.

Tiziana Zeppa, classe 1964, è avvocato libero professionista civilista e penalista, e docente di discipline giuridiche ed economiche al Polo Tecnico “Cassata-Gattapone” di Gubbio, per il quale è anche docente referente per le attività volte a prevenire forme di bullismo e di yberbullismo. Nel 2002 ha contribuito alla pubblicazione del libro “Il sociale vuole consapevolezza”.